Da Balotelli a Kean, Mancini punta di nuovo sui baby bomber

Venerdì 22 Marzo 2019 di Ugo Trani

dal nostro inviato UDINE
Mancini passa in fretta da Balotelli a Kean. Lascia a casa Mario e lancia Moise. L'Italia parte nelle qualificazioni verso Euro 2020 con il millennial nel tridente che comprende anche Bernardeschi e Immobile. farà pure il centravanti, perché chi gioca davanti ha la possibilità di cambiare la posizione in corsa per sorprendere l'avversario. Che, nella notte di Udine, è la Finlandia, scivolata al 19° posto nel ranking Fifa nonostante abbia vinto il suo gruppo nella Lega C di Nations League e sia sta promossa in B. Il ct, però, guarda alla sua nazionale, spigliata nel gioco e incredibilmente sciatta nella finalizzazione. Solo 8 reti in 9 partite. Il difetto va eliminato per riprender quota. Anche nel ranking Fifa, con quel 18° posto che è da migliorare anche per non avere l'ennesima sorpresa nel sorteggio per il mondiale.

QUALCHE AGGIUSTAMENTO OBBLIGATO
Out Insigne e Chiesa, Kean sorpassa Politano ed El Shaarawy. Immobile comincia da titolare, ma il rivale è Quagliarella che, a 36 anni, torna da capocannoniere del campionato con 21 gol. L'infortunio di Florenzi, già rientrato nella Capitale, dà spazio a Piccini, dall'inizio nel ruolo di terzino destro. In mezzo alla difesa l'esperienza dei senatori Bonucci e Chiellini a guidare l'Italia che è comunque giovane da Donnarumma in su. A centrocampo la conferma che più intriga Mancini: avanti con Barella, Jorginho e Verratti. Il trio qualità che può avere il contributo di Sensi e anche di Zaniolo che si prepara al nuovo debutto. Il ct si fida di lui e non a parole. Lo chiamò a settembre senza averlo ancora visto giocare in serie A.     
 

Ultimo aggiornamento: 21:59


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il Campidoglio e lo strano caso dell’assessore globetrotter

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma