Italia, il ct Bertolini: «Le avversarie ci temono? Fa piacere». Gama: «Umiltà e determinazione»

Italia, il ct Bertolini: «Le avversarie ci temono? Fa piacere». Gama: «Umiltà e determinazione»
2 Minuti di Lettura
Sabato 8 Giugno 2019, 15:00

«Se una nazionale forte come l' Australia ci teme, vuol dire abbiamo fatto passi avanti. Vuol dire che il nostro movimento è cresciuto, che stiamo mettendo le giocatrici nelle condizioni migliori per esprimersi al meglio. La cosa che mi dispiace, invece, è che non ci sottovaluterà». Così la ct dell'Italia, Milena Bertolini, alla vigilia dell'esordio al Mondiale donne contro le 'Matildas'. «L'Australia è una squadra molto forte, ha grande intensità e fisicità, oltre ad avere talenti importanti - spiega ancora -. Nel calcio femminile, almeno adesso, fisicità e intensità sono un valore aggiunto, sono qualità che fanno la differenza. Temo la loro aggressività e l'intensità che metteranno per tutta la partita». Tornando sulle azzurre, Bertolini sottolinea che «negli ultimi tempi sono state dette solo belle cose nei nostri confronti e questa Nazionale lo merita. Mi piace che sia stato messo in risalto il messaggio di unità, di affiatamento e di compattezza che trasmette questo gruppo di ragazze». 

SARA GAMA
«È sicuramente la vigilia più attesa. Stiamo preparando questa partita da molto tempo e siamo piene di voglia di giocare, siamo pronte». La capitana dell'Italia, Sara Gama, racconta in conferenza stampa le sensazioni della squadra alla vigilia dell'incontro con l'Australia che sarà l'esordio nel Mondiale di Francia. «Abbiamo lavorato tanto e bene, sentire che le altre nazionali iniziano a temerci è significativo - ha detto ancora -. Eravamo coscienti della nostra crescita, negli ultimi due anni siamo sempre migliorate, ma sapere che gli altri ci temono ci dà maggiore consapevolezza. Bisognerà scendere in campo con umiltà e determinazione», ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA