Lazio, Inzaghi: «Premiato il sacrificio del gruppo, vittoria di carattere e cuore»

Domenica 28 Giugno 2020
Inzaghi
Successo pesante. Sofferto, in rimonta sulla Fiorentina. Inzaghi se lo tiene stretto, anche perché le assenze hanno pesato: «È stata una vittoria di carattere e cuore, perché è evidente che in questo momento abbiamo qualche problema a livello numerico. Correa, Marusic e Vavro li ho convocati anche se non hanno potuto allenarsi bene. Radu a Bergamo aveva chiesto il cambio, Lukaku era stato fermo cinque mesi. Abbiamo fuori Leiva, Ramos, Lulic, per noi sono giocatori importanti. La Fiorentina è una squadra organizzata, non era facile, ringrazio la squadra, questa volta ho dovuto chiedere un sacrificio in più

SQUALIFICA IN VISTA
Cacciato da Fabbri nel finale, salterà la partita con il Torino: «Erano anni che non subivo un'espulsione, mi dispiace se sono stato maleducato, è stato un momento di nervosismo. Peccato, se fossi stato soltanto ammonito avrei potuto essere con la squadra martedì». La rosa incompleta ha creato disagi soprattutto nel primo tempo: «Tornando a questa partita, abbiamo dovuto spendere tanto dopo aver provato a gestire la prima mezz'ora. A sinistra, per via delle assenze, inizialmente non siamo riusciti a sviluppare gioco come a destra. Anche Luis Alberto ha sofferto un po', ma poi è salito di rendimento, fino a segnare il gol decisivo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA