L'Inter vince in rimonta con il Dnipro: 2-1
Mancini si qualifica e vola ai sedicesimi

Giovedì 27 Novembre 2014 di Salvatore Riggio
Osvaldo
Prima vittoria per Roberto Mancini da quando è tornato sulla panchina dell'Inter. Nel giorno del suo 50esimo compleanno, il tecnico di Jesi dimostra di avere archiviato il derby contro il Milan e batte 2-1 il Dnipro. Così i nerazzurri, a San Siro, conquistano primato del girone e qualificazione ai sedicesimi con un turno di anticipo. Mancini conferma il 4-3-1-2 con Hernanes trequartista alle spalle di Osvaldo e Icardi. E durante la gara perde Nagatomo (lussazione alla spalla destra) e il brasiliano, che domani mattina effettuerà degli esami per capire l'entità del suo risentimento all'adduttore destro. Così per la gara dell'Olimpico contro la Roma, in programma domenica sera, Mancini non avrà l'esterno giapponese e rischia fortemente di dovere fare a meno anche di Hernanes.



LE RETI

L'Inter inizia male perché al 12' rischia già di prendere gol per una papera di Handanovic e al 16' va sotto per un gol di Rotan, abile nel ribadire in rete una corta respinta dello sloveno su una conclusione di Konoplyanka, obiettivo di mercato proprio del club di corso Vittorio Emanuele. La serata rischia di diventare un incubo quando Guarin atterra Cheberyachko in area. L'arbitro fischia il rigore, ma Handanovic neutralizza la conclusione di Konoplyanka. Passano 2' e Kuzmanovic pareggia con un rasoterra perfetto. Nella ripresa Ranocchia viene espulso per somma di ammonizione, ma in 10 contro 11 l'Inter raddoppia con Osvaldo su assist di Hernanes. Nel finale il Dnipro pareggia con Seleznyov, ma l'arbitro annulla per fuorigioco. Termina 2-1: in vista della gara con la Roma questa vittoria è un'ottima ventata di entusiasmo per i nerazzurri.Risultato 2 a 1 Ultimo aggiornamento: 23:22


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma