Inter, dopo l'eliminazione il rammarico di Guarin: «Mi dispiace per i tifosi»

Inter, dopo l'eliminazione il rammarico di Guarin: «Mi dispiace per i tifosi»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Marzo 2015, 16:42 - Ultimo aggiornamento: 18:07

C'è rammarico in casa Inter. Il ko col Wolfsburg e l'eliminazione dall'Europa League hanno deluso squadra e tifosi. Ed ora le energie si concentreranno nel centrare un posto in Europa per la prossima stagione: «Mancini è dispiaciuto come tutti noi, ora la testa è sul campionato. Proveremo a vincerle tutte, per cercare di raggiungere l'obiettivo dell'Europa League», afferma Guarin a margine di un evento Oknoplast. Il colombiano però non pensa sia tutto da buttare, secondo lui sono stati fatti passi avanti: «Io vedo che le cose sono cambiate molto in positivo. I risultati non sono quelli che magari si aspettavano - aggiunge Guarin -. Dobbiamo credere al lavoro e al progetto». Al momento però parlare di lotta scudetto il prossimo anno pare utopia. «Penso sia meglio quando nessuno ci crede. Siamo noi poi che non dobbiamo pensarla così», conferma Il centrocampista. I prossimi due mesi, comunque, serviranno anche per riconquistare i tifosi che ieri hanno fischiato e contestato la squadra. «I fischi? Non ho niente da dire, i tifosi stanno lì per aspettarsi il meglio da tutti noi. Ieri si aspettavano una vittoria da parte nostra. Mi dispiace come loro, ma non c'è niente da dire ai tifosi».

Anche Podolski che non ha partecipato alla sfida col Wolfsburg, ammette la superiorità dei tedeschi. «È passata la squadra più forte. Non so quale sia il problema dell'Inter perchè a inizio stagione non c'ero. Il mio futuro? Non so ancora cosa farò, ora dobbiamo dare il massimo nelle prossime partite poi si vedrà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA