L'Inter fa la pazza, Nainggolan le ridà la Champions. Empoli in B a testa alta

Domenica 26 Maggio 2019 di Salvatore Riggio

Nella partita più emozionante della sua stagione l'Inter conquista la Champions e manda in serie B l'Empoli. Una partita con tanti addii, tutti dal sapore diverso. Tra pochi giorni (poche ore?) ci sarà quello di Luciano Spalletti, che darà ad Antonio Conte la possibilità di giocarsi la Champions. Ci sarà quello di Keita, che tornerà al Monaco con l’ultima gioia, il gol dell’1-0. Ci sarà quello di Icardi, che amareggiato lascia il campo dopo aver sbagliato il rigore del possibile 2-0 prendendosi gli insulti della Curva Nord. Restano i due simboli dell’ultimo match, che condanna alla retrocessione l’Empoli. Handanovic e Nainggolan. A ognuno la sua storia.

Lo sloveno, capitano nerazzurro dal 13 febbraio, para tutto nel recupero e salva la vittoria. Il belga, l’uomo fortemente voluto da Spalletti, è stato il giocatore più criticato (Mauro escluso) ed è stato quello che con il suo tap in ha regalato la Champions ai nerazzurri (2-1). Infine, resta il Dna dell’Inter: quell’assurda follia che esalta i quasi 70mila spettatori di San Siro. Per loro è la vittoria più bella: in un colpo solo conquistano il quarto posto e mandano in Europa League il Milan, appeso alla sentenza Uefa che arriverà tra la fine di questa settimana e l’inizio di giugno. Sì, a ognuno il suo.

LEGGI LA CRONACA
 

Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 19:30


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Under 15, l’approccio in disco benedetto dal like dell’amica

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma