L'Inter più forte del mal di trasferta. Doppio Dzeko nel 2-3 all'Atalanta. Inzaghi torna in zona Champions

I nerazzurri chiudono il 2022 con una vittoria a Bergamo, agganciando al secondo posto Milan e Lazio – in campo oggi – a 30 punti

L'Inter più forte del mal di trasferta. Doppio Dzeko nel 3-2 all'Atalanta. Inzaghi torna in zona Champions
di Salvatore Riggio
3 Minuti di Lettura
Domenica 13 Novembre 2022, 14:39

Serviva svoltare in trasferta e stavolta l’Inter conquista punti anche lontano da San Siro. A Bergamo vince in rimonta (3-2) contro l’Atalanta, che crolla davanti alle ripartenze fulminee della squadra di Simone Inzaghi, per poi essere protagonista dell’assalto finale. La Dea inizia bene, passa in vantaggio, ma si perde gradualmente con il passare dei minuti. Soffre quando Dimarco si presenta al tiro, ma prende in mano il match con Palomino, in campo sei mesi dopo la vicenda doping (assolto qualche giorno fa dal Tribunale sportivo antidoping). Il difensore impegna due volte Onana nel giro di un minuto. È un’Atalanta che fa tutto bene presentandosi diverse volte nell’area interista. Tanto che de Vrij butta a terra in area Zapata e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto si presenta Lookman che sblocca il risultato. La squadra di Gian Piero Gasperini amministra il vantaggio, ma si fa sorprendere da un cross di Calhanoglu, spizzato da Lautaro Martinez. Dzeko sbuca tra Palomino e Musso e firma il pareggio.

Quota trenta 

Nella ripresa è tutta un’altra storia. Inizia bene la Dea con Zapata che manda fuori di poco, ma poi l’Inter ribalta la gara. Prima raddoppia ancora con Dzeko su cross di Dimarco, poi triplica i conti sugli sviluppi di un corner battuto da Calhanoglu. Anche in questa occasione Lautaro Martinez fa sponda per Dzeko, ma è Palomino a insaccare nella propria porta nel tentativo di anticipare l’attaccante bosniaco. Sotto di due gol l’Atalanta sembra non riuscire a reagire. Inzaghi interviene sostituendo gli acciaccati Bastoni e Dumfries (convocato dall’Olanda per il Mondiale in Qatar) con Acerbi e Bellanova, ma all’improvviso la Dea risorge con il 3-2 di Palomino. Un bellissimo gol: un colpo di testa in tuffo. Poi c’è un’occasione di Hojlund terminata sul fondo. Triplice fischio e l’Inter chiude il 2022 con una vittoria in trasferta, agganciando al secondo posto Milan e Lazio – in campo oggi – a 30 punti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA