Inter, è ancora esame Sheriff. Inzaghi: «Dimostriamo di essere forti anche in Europa»

Inter, è ancora esame Sheriff. Inzaghi: «Dimostriamo di essere forti anche in Europa»
di Salvatore Riggio
2 Minuti di Lettura
Martedì 2 Novembre 2021, 19:12 - Ultimo aggiornamento: 3 Novembre, 23:24

In Moldavia l’Inter cerca la seconda vittoria contro lo Sheriff per tornare definitivamente in corsa per gli ottavi, a due giornate dalla fine della fase a gironi. Simone Inzaghi si affida a Lautaro Martinez dal primo minuto, rimasto in panchina nella sfida di campionato con l’Udinese. «Dimostriamo di essere forti anche in Europa», ha spiegato il tecnico nerazzurro in conferenza.

Il momento dell’Inter
In campionato l’Inter è a -7 da Milan e Napoli, ma adesso è il momento di penare alla Champions: «Penso che avevamo bisogno. Abbiamo fatto due partite molto buone, le abbiamo fatte diventare semplici e invece erano insidiose. Abbiamo fatto due partite solide dove abbiamo concesso poco e ho avuto l’opportunità di ruotare i giocatori. Questo è il massimo per un allenatore vedere che cambi tanti giocatori e il risultato è uguale. I ragazzi sono stati bravi, sappiamo che domani è una gara decisiva, importante, in cui dobbiamo dimostrare di essere una squadra forte anche in Europa».

Lautaro Martinez in campo
«La gara d’andata era decisiva come lo sarà domani. Li abbiamo affrontati con grande rispetto, giocando un ottimo calcio e vedendo le potenzialità di questa squadra che non per caso ha battuto Real Madrid e Shakhtar. Sappiamo che siamo sul loro campo e dovremo essere concentrati contro un avversario che ha grande forza nelle ripartenze per cui bisognerà essere bravi ad attaccare mantenendo sempre l’equilibrio». E ancora: «Sarà una partita decisiva perché sapevamo di dover fare punti in entrambe le gare con lo Sheriff. Sappiamo dell’importanza della gara e siamo concentrati su domani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA