Insulti razzisti a Vinicius, otto mesi di reclusione a 3 tifosi del Valencia. L'attaccante del Real Madrid: «Prima storica condanna»

Il commento dell'attaccante del Real Madrid sulla condanna di 8 mesi ai tifosi del Valencia

Vinicius
3 Minuti di Lettura
Lunedì 10 Giugno 2024, 21:35

Arriva la sentenza del tribunale spagnolo che ha inflitto otto mesi di reclusione a tre sostenitori del Valencia che avevano rivolto insulti razzisti all'attaccante del Real Madrid Vinicius Junior durante il match dello scorso 21 maggio. Il brasiliano in quella circostanza aveva denunciato durante la partita gli insulti razzisti ricevuti, dando voce anche a tanti ragazzi che come lui subiscono la stessa cosa quotidianamente.

ll commento dell'attaccante brasiliano 

«Questa prima storica condanna non è per me, ma per tutti i neri». Così sui propri account ufficiali il brasiliano ha commentato la sentenza. «Lasciate che gli altri razzisti abbiano paura, si vergognino o si nascondano - ha scritto il campione d'Europa 23enne del Real Madrid -, Se così non fosse, sarò lì per chiedere giustizia». «Molte persone mi hanno chiesto di ignorarli, altri hanno detto che la mia lotta era stata vana e che avrei dovuto semplicemente 'giocare a calcio'». 

Il comunicato del Real Madrid 

«Real Madrid CF desidera annunciare che il Tribunale d'Istruzione n. 10 di Valencia ha emesso oggi, lunedì 10 giugno 2024, un verdetto di colpevolezza nei confronti dei tre giovani accusati di aver insultato, con urla e gesti razzisti, il nostro giocatore Vinicius Junior durante la partita di campionato disputata il 21 maggio 2023 allo stadio Mestalla tra Valencia C.F.

e Real Madrid C.F.

I tre imputati sono stati giudicati colpevoli di un reato commesso in violazione dell'integrità morale di Vinicius Junior, aggravato da motivazioni razziste, e ciascuno è stato condannato a scontare otto mesi di reclusione e due anni di interdizione dagli stadi di calcio. I tre imputati hanno riconosciuto la loro responsabilità penale e hanno rilasciato una lettera di scuse indirizzata al nostro giocatore Vinicius Junior, al Real Madrid C.F. e a tutti gli altri che si sono sentiti offesi e umiliati dal loro comportamento. I tre imputati, oltre a manifestare il loro rimorso, hanno chiesto nella loro lettera ai tifosi che venga debellata ogni forma di razzismo e intolleranza nelle competizioni. La condanna è la prima del suo genere ad essere emessa da corti e tribunali penali. Insieme a Vinicius Junior, il Real Madrid ha agito come pubblico ministero privato in questo procedimento e continuerà a lavorare per proteggere i valori del nostro club e per sradicare qualsiasi comportamento razzista dal mondo del calcio e dello sport».

© RIPRODUZIONE RISERVATA