Incidente e gita a Parigi: Douglas Costa fa arrabbiare la Juve

Incidente e gita a Parigi: Douglas Costa fa arrabbiare la Juve
di Alberto Mauro
2 Minuti di Lettura
Martedì 5 Febbraio 2019, 20:59

Ci pensa sempre lui a dare l’esempio, professionista irreprensibile dentro e fuori dal campo. Cristiano Ronaldo ha compiuto 34 anni festeggiati tra il centro sportivo della Continassa e l’intimità della famiglia nella villa sulla collina di Torino, senza party internazionali alla Neymar per intenderci. E qui la storia di CR7 si interseca con quella di Douglas Costa, decisamente più “ribelle” e con un bottino di appena un gol in stagione tra squalifica e guai fisici. Il brasiliano è tornato a sgommare in campo (nell’ultima giornata ha toccato i 34,66 km/h in accelerazione, meglio di chiunque altro in campionato) ma pure in auto, e tra l’incidente in autostrada e la gita a Parigi il suo comportamento - non passibile di multa ma parecchio in contraddizione con lo stile Juventus - ha fatto irritare molto la società bianconera. DC11 si è fermato nell’intervallo della sfida contro il Parma per una botta alla coscia, problema di lieve entità che però lo terrà fuori contro il Sassuolo mentre dovrebbe recuperare per il Frosinone. Nei due giorni di riposo concessi da Allegri il brasiliano se l’è vista brutta aull’A4, protagonista di un tamponamento fortunatamente senza conseguenze personali, al netto di due auto distrutte, il suo Grand Cherokee aziendale e la Punto del 47 enne tamponato e ricoverato in codice giallo all’ospedale di Biella. Un fuori programma che non ha evidentemente modificato i piani del brasiliano, visto che ieri si è presentato puntualissimo alla festa di compleanno di Neymar a Parigi, insieme ai compagni del PSG e di tanti altri campioni e personalità da tutto il mondo. Douglas Costa nel primo pomeriggio è arrivato alla Continassa per la ripresa degli allenamenti, seguito dallo staff medico e monitorato di giorno in giorno in vista del recupero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA