MILAN

Roma, il pari di San Siro per recitare da big in questa stagione

Lunedì 26 Ottobre 2020 di Ugo Trani

iacomelli mette la firma sul big match di San Siro. Pioli e Fonseca ne avrebbero fatto volentieri a meno, come i protagonisti in campo. Lo spettacolo, più per gli errori che per le giocate, è sintetizzato dal pareggio con abbondanza di reti (3-3). Il Milan non è più a punteggio pieno, ma resta al comando con 2 punti di vantaggio sul sassuolo e il Napoli, allungando la serie di partire utili consecutive (22). In campionato anche la Roma da 13, sul campo, è imbattuta (9 successi e 4 pareggi), unica a tenere il passo dei rossoneri nello stesso perioro (10 vittorie e 3 pari). Ibrahimovic è il nuovo capocannoniere della serie A con la doppietta ai giallorossi:6 reti. non c'è però solo lui nel deserto dello stadio milanese. Dzeko è in serata e guida i compagni, capaci di recuperare per tre volte lo svantaggio. Il messaggio è alle rivali nella corsa Champions.

SENZA PAURA
La giovane difesa della Roma paga l'inesperienza. Kumbulla regala subito il gol a Ibra, ma nel finale, con personalità, andrà a firmare il pari nell'area avversaria. I giallorssi, palla a terra, sono più spigliati. Pellegrini parte forte, lo seguono Spinazzola, Pedro e Dzeko. karsdorp a destra, sbanda in fase difensiva. Ma si affaccia bene in avanti. L'uscita a vuoto di Tatarasanu, al debutto da titolare 8in pattinata Donnarumma fermato dal coronavirus), permette a Dzeko si anticipare Romagnoli e segnare a porta vuota di testa. i giallorossi. Mirante rischia sulle palle inattive: parata su Romagnoli e a seguire palo di Kjaer. Ad alta quota, Ibanez e Mancini soffrono.

ARBITRO IN TILT
Ad inizio ripresa Leao scappa e Karsdorp non lo ferma: assist per Saelemaekers. Il Milan è di nuovo avanti. Ma Giacomelli chiama il rigore in area rossonera: pestone di Pedro a Bennacer. Il direttore di gara vede il fallo del piccolo regista. Verretout trasforma il rigore per il nuovo pari. Giacomelli persevera: cade Calhanoglu accanto a Mancini. Non c'è contatto. Ma è di nuovo rigore per il bis di Ibra. Kumbulla, all'ultimo assalto, segna in acrobazia, replicando la rete di giovedì a Berna. Mirante nel recupero salva su Calhanoglu e dà ragione a Fonseca che si è giocato la sfida alla pari.  L'obiettivo, come avranno capito anche i Friedkin in tribuna, è vivere una stagione da big.      T


© RIPRODUZIONE RISERVATA