Il Napoli soffre contro il Crotone, ma vince 4-3: quarto successo di fila per gli azzurri

Il Napoli soffre contro il Crotone, ma vince 4-3: quarto successo di fila per gli azzurri
di Pasquale Tina
4 Minuti di Lettura
Sabato 3 Aprile 2021, 17:17

NAPOLI -  Quarta vittoria di fila per il Napoli, che piega a fatica il Crotone (4-3) e prosegue la sua rincorsa alla zona Champions. I calabresi di Cosmi, invece, nonostante la buona prestazione, vedono sempre più vicino lo spettro della B. Ottimo il primo tempo degli azzurri, che poi però nella ripresa si fanno acciuffare dai rossoblù: ci pensa Di Lorenzo a scacciare i fantasmi con una prodezza di sinistro nello stadio dedicato a Maradona. Gattuso deve rinunciare a Koulibaly, squalificato, ma recupera Manolas, che si sistema al centro della difesa. In porta c'è Meret, a centrocampo Bakayoko visti i problemi di Demme. Sulla tre quarti il tecnico del Napoli non rischia Zielinski e Lozano, reduci dagli impegni con le loro nazionali, e lancia Politano, Mertens e Insigne alle spalle di Osimhen. Difesa a tre per il Crotone, che non può contare su Petriccione e Reca. Due gli ex tra le fila dei calabresi, Luperto in difesa e Ounas in attacco. Al fianco dell'algerino c'è Simi, a dettare i tempi del gioco è Benali, con Rispoli e Molina sulle corsie laterali. Sin dai primi minuti la partita si rivela aperta, vivace, ricca di spunti. Dopo 3' ci prova Bakayoko dal limite: palla fuori di poco. Mertens e Insigne sono in giornata di grazia e ne offrono una prova al 18': scambio veloce tra il belga e l'attaccante napoletano, che conclude sull'esterno della rete. Il vantaggio degli azzurri arriva un minuto dopo: Politano lancia sulla destra Di Lorenzo che supera netto Molina e tocca all'indietro per Insigne, bravo a insaccare con un destro deviato da un difensore. Tre minuti dopo arriva il raddoppio. Spettacolare l'azione del Napoli, con Insigne che scambia con Fabian e poi libera Osimhen con una semi-sforbiciata al volo: il nigeriano deve solo appoggiare nella porta vuota. Il Crotone è stordito, ma al 25' trova la rete che riapre i giochi. È un mezzo pasticcio di Manolas a regalare palla a Benali, che imbecca Simy in area per il destro al volo del 2-1. Proteste - vane - del Napoli per un possibile fallo su Bakayoko a inizio azione. La rete subita toglie qualche certezza agli azzurri, che però ritrovano serenità al 34', quando Mertens trasforma in modo impeccabile una punizione concessa per fallo al limite dell'area di Benali su Fabian. Nel finale di tempo si esaltano i portieri: Meret dice di no a Ounas da posizione defilata, Cordaz s'oppone a Osimhen e poi è aiutato dalla traversa sul successivo tentativo del solito Mertens. Due cambi per Cosmi a inizio ripresa: dentro Vulic per Ounas e Pereira per Rispoli, con Messias che va ad affiancare Simy in attacco e Benali che si sposta sul centro-sinistra. Al 3' proprio il nigeriano trova il gol del 3-2: l'azione nasce da un calcio d'angolo, Simy è bravo a difendere palla dall'attacco di Manolas e a battere Meret con un tocco di giustezza. Il Napoli perde smalto, il Crotone inizia a crederci e al 14' trova il pari. Messias ruba palla a Maksimovic, s'invola verso la porta di Meret e lo batte con un sinistro preciso. Gattuso cambia subito: dentro Lozano ed Elmas, fuori Politano e Bakayoko. Il Napoli attacca ma si sbilancia: Rui ci mette una pezza su Benali. Gli azzurri comunque spingono: Di Lorenzo e Lozano impegnano Cordaz con i loro colpi di testa. Al 27' è lo stesso Di Lorenzo a inventarsi la prodezza del nuovo vantaggio: sinistro a incrociare su invito di Fabian, qualche metro dentro l'area, e Cordaz è battuto. Entra Zielinski per Mertens e il Napoli prova a controllare la situazione. Di rischi Meret non ne corre più, mentre Insigne e Lozano non sfruttano una serie di buone occasioni in contropiede. Vince comunque la squadra di Gattuso, che nel finale riabbraccia anche Petagna: un successo che avvicina la Champions.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret 5,5; Di Lorenzo 6,5, Manolas 4,5, Maksimovic 4,5, Rui 5; Fabian 6, Bakayoko 5,5 (17’ st Elmas 6); Politano 5,5 (17’ st Lozano 6), Mertens 6,5 (28’ st Zielinski 6), Insigne 7; Osimhen 6,5 (46’ st Petagna n.g.). In panchina: Contini, Ospina, Zedadka, Hysaj, Rrahmani, Costanzo, Cioffi, Lobotka. All.: Gattuso 6.

CROTONE (3-5-2): Cordaz 6; Djidji, Golemic 6, Luperto 6 (47’ st Marrone n.g.); Rispoli 5 (1’ st Pereira 6), Messias 6,5, Benali 6, Zanellato 6 (36’ st Rojas n.g.), Molina 6 (47’ st Di Carmine n.g.); Simy 7,5, Ounas 6 (1’ st Vulic 5,5). In panchina: Festa, Crespi, Cuomo, Magallan, Cigarini, Henrique, Riviere. All.: Cosmi 6,5.

ARBITRO: Di Martino 6

RETI: 19’ pt Insigne, 23’ pt Osimhen, 25’ pt Simy, 34’ pt Mertens, 3’ st Simy, 14’ st Messias, 27’ st Di Lorenzo

NOTE: ammoniti Rispoli, Benali, Pereira, Rojas. Angoli 4-6. Recupero 0’ pt, 3’ st.

© RIPRODUZIONE RISERVATA