Premier League, il Liverpool vince in rimonta contro l'Arsenal e resta a punteggio pieno

Martedì 29 Settembre 2020 di Giuseppe Mustica
Il Liverpool ribalta l’Arsenal e raggiunge in testa alla classifica, a punteggio pieno, Everton e Leicester. 3-1 per i Reds nel “Monday Night” di Premier League in una serata segnata dalle notizie sul Covid-19 che ha colpito anche l’Inghilterra, con 10 positivi dopo l’ultima tornata di tamponi effettuati dai club durante la settimana. Ma ad Anfield si è giocato, ed è andata in scena la “rivincita” della finale del Community Shield giocata ad agosto, quando a prevalere sono stati, ai rigori, i Gunners. Stasera non c’era in ballo un trofeo, ma sicuramente un confronto per capire dove può arrivare la truppa di Arteta. E il Liverpool ha dimostrato di essere ancora avanti.
 
REDS SUPERIORI
La squadra di Klopp non ferma la scia di 61 partite consecutive ad Anfield senza sconfitte. Quella di Arteta conferma la sua, negativa: è dal 2015 che l’Arsenal non riesce a vincere in trasferta sui campi delle più forti. L’ultima vittoria è arrivata all’Etihad contro il Manchester City appunto piu di cinque anni fa. Stasera i Reds sono stati superiori in tutto. E, nonostante siano andati sotto per via della rete di Lacazette (terzo in campionato) che ha sfruttato la ciabattata di Robertson, hanno mostrato quel carattere che nella finale di Wembley era mancato. Perché già nel primo tempo Mané e Robertson – che si è fatto perdonare l’errore precedente – hanno ribaltato la partita. Condotta poi con un solo rischio arrivato nel secondo tempo: ma Lacazette non è stato freddo davanti ad Alisson, sparando addosso al portiere brasiliano in uscita disperata. Nel finale è arrivato il gol del portoghese Diego Jota, il primo centro con la sua nuova maglia. Ovviamente questa sconfitta per l’Arsenal non ridimensiona i propri piani, perché l’obiettivo dei Gunners è sicuramente quello di rientrare nell’Europa che conta. E perdere ad Anfield contro i campioni in carica ci può stare. Certo, se nelle prime due giornate la sensazione era stata che gli uomini di Arteta avrebbero potuto alzare l’asticella, questa sera è sembrato che ancora sono troppo distanti per cercare di lottare per la vittoria finale. Ma come detto in testa ci sono altri obiettivi. Come quello della Coppa di Lega, che giovedì vedrà di fronte nuovamente le squadre protagoniste di stasera. Sempre ad Anfield. Stavolta però senza nessuna possibilità d’appello. E con il Liverpool, che a differenza del Tottenham di Mourinho che ha già annunciato di non pensare al trofeo per via dei troppi impegni ravvicinati, ha tutta l’intenzione di arrivare in fondo. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA