Italia, il calcio di Mancini per l'Europeo: gli azzurri divertono e si divertono. Sono imbattuti da 27 partite

Mancini
di Ugo Trani
3 Minuti di Lettura

L'Italia è in forma e si vede. Più che altro resta se stessa e, in attesa di debuttare venerdì prossimo nell'Europeo contro la Turchia all'Olimpico, batte anche la Repubblica Ceca (4-0) a Bologna. Con l'idea di calcio del ct che l'ha risollevata dopo il flop mondiale con Ventura. La Nazionale diverte e si diverte. E allunga la sua striscia di risultati ultili: non perde da 27 partite (22 vittorie e 5 pari), meglio di Mancini solo Pozzo con 30. A Bologna l'8° successo di fila. E senza pendere gol (mai accaduto agli azzurri per 8 gare) da 785 minuti. Record e certezze che si sommano, insomma, guardando alla competizione continentale che parte l'11 giugno nella Captale.

Italia-Repubblica Ceca 4-0: il videocommento di Ugo Trani

PROVA GENERALE

In campo anche Jorginho: è insomma la prova generale. Mancini approfitta dell'ultima amichevole e schiera la formazione che probabilmente affronterà la Turchia la prossima settimana. La difesa è quella ormai collaudata: a proteggere donnarumma, i centrali Bonucci e Chiellini e i terzini Florenzi e Spinazzola. Il test è per il cnetrocampo che dovrà fare a meno di Verratti e non si sa per quanto. Locatelli prende il suo posto a sinistra, ma non ha lo stesso passo. meno rapido e più fisico. Lo aiuta Jorginho e Barella, ormai fedelissimi del ct. Soprattutto lo agevolano Spinazzola e Insigne. A sinistra l'Italia decollla. Come sempre. E funziona il tridente con Berardi, ormai davanti a Chiesa,Immobile e proprio Insigne.

NUOVA RAFFICA 

La Nazionale si esalta davanti. E diventa la notte proprio di Insigne che propizia il vantaggio. realizzato da Immobile dopo gaffe di Brabeck che gli appoggia la palla di testa. Destro deviato da Celuska e 13° gol azzurro per tornare a essere il miglior marcatore del gruppo. Anche Barella, quando raddoppia sempre nel 1° tempo, sfrutta la collaborazione di Boril che sporca il tiro del centrocampista. Lo spettacolo nella ripresa: splendido il lancio in profondità di Immobile per Insigne che segna di piatto. Cristante, dentro per Jorginho, verticalizza per Insigne che si dedica a Berardi, libero davanti al portiere Pavlenka. Lo fa sedere e realizza il suo 5° gol con l'Italia, facendo il pieno nelle ultime 6. Donnarumma, invece, fa lo spettatore con i mille del Dall'Ara che festeggiano il debutto di Raspadori.    

Venerdì 4 Giugno 2021, 23:18 - Ultimo aggiornamento: 6 Giugno, 09:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA