Ibrahimovic: «La doppietta? Se avessi avuto vent'anni, ne avrei fatti quattro. Sono come Benjamin Button»

Lunedì 21 Settembre 2020
Ibra non modesto, ma sicuramente è forte. Lo è ancora, a quasi 40 anni. «Se avessi avuto venti anni nei avrei fatti quattro di gol non due ma per fortuna ho 39 anni. Sono come Benjamin Button: sono nato vecchio, ma morirò giovane»: così Zlatan Ibrahimovic ai microfoni di Sky Sport commenta il successo del Milan sul Bologna grazie ai suoi gol. «Sto bene, sto lavorando. La squadra ha lavorato bene: si vede che non siamo ancora al cento per cento, ma era importante incominciare bene - le parole dello svedese - L'obiettivo è fare meglio dello scorso anno, e i giovani stanno facendo bene. Lavorano, ascoltano e hanno disciplina: dopo gli ultimi sei mesi sanno cosa serve per fare bene. Quest'anno dobbiamo pensare di partita in partita, giocare con fiducia, come se fosse sempre una finale. Gli obiettivi sono in alto. Dove? Questo è un segreto». «Mi piace avere questa responsabilità - sottolinea Ibrahimovic - sono il primo a darmi pressioni. Non voglio che si parli della mia età rispetto agli altri giocatori, dobbiamo essere giudicati allo stesso livello. Mi piace essere giudicato allo stesso modo di un ventenne». Ultimo aggiornamento: 23:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA