Malmoe, tifosi contro "Giuda" Ibrahimovic, statua del giocatore imbrattata e poi bruciata

Giovedì 28 Novembre 2019
L'investimento di Ibrahimovic nel club svedese dell'Hammarby ha fatto infuriare i tifosi del Malmoe. La decisione del calciatore svedese di acquistare una partecipazione del club Hammarby con sede a Stoccolma ha causato reazioni rabbiose nella sua città natale di Malmoe. La statua di Ibrahimovic alta 3 metri, eretta il mese scorso a Malmoe, è stata deturpata da fan arrabbiati che poi le hanno anche dato fuoco. Vernice bianca è stata spruzzata sulla base della statua mercoledì e alcuni fuochi d'artificio sono stati fatti esplodere senza causare gravi danni. La polizia sta inoltre indagando su un messaggio minaccioso spruzzato a terra vicino alla statua. Una recinzione protettiva è stata installata attorno alla statua.

A Stoccolma, la parola «Giuda» è stata spruzzata all'ingresso della casa di Ibrahimovic nel raffinato quartiere di Ostermalm, secondo il quotidiano Aftonbladet. Una lattina contenente aringhe fermentate, una delicata pungente specialità svedese settentrionale apprezzata da alcuni e non apprezzata da altri, è stata anche versata di fronte all'edificio, secondo il quotidiano. Gli atti di vandalismo sono seguiti all'annuncio di mercoledì che Ibrahimovic avrebbe preso una partecipazione del 25% dell'Hammarby, club rivale del Malmoe. Ibrahimovic, che in passato ha giocato per il Malmoe, ha detto ad Aftonbladet che puntava «ad aiutare l'Hammarby a diventare il miglior club in Scandinavia».

Secondo l'accordo, Ibrahimovic avrebbe acquistato la metà del 47% degli americani dell'Anschutz Entertainment Group (AEG). Proprio AEG possiede anche i Los Angeles Galaxy che militano nel campionato americano MLS e dove Ibrahomivic ha giocato nelle ultime due stagioni. Il 38enne ora sta lasciando il club americano, ma ha escluso di giocare nel campionato svedese. Si ipotizza un ritorno in Italia con il Milan che è interessato all'attaccante.


Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 10:05


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma