Genoa, Zangrillo si presenta: «Sheva garanzia, i nostri tifosi ci sostengano»

Genoa, Zangrillo si presenta: «Sheva garanzia, i nostri tifosi ci sostengano»
di Marco Callai
3 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Novembre 2021, 17:27

Serietà, trasparenza e impegno. Sono le tre principali qualità che il professor Alberto Zangrillo metterà a disposizione del Genoa. Lo dice sorridente a fianco di Josh Wander, fondatore di 777 Partners, in occasione della presentazione ufficiale a Palazzo Ducale. «E’ uomo di scienza e di passione, e poi è meglio poter avere un cardiologo vicino a me durante le partite», scherza Wander prima di lanciare l’assist al nuovo presidente, felice di poter assicurare la sua collaborazione allo sviluppo di progetto a medio-lungo termine per la sua squadra del cuore.

Genoa, Zangrillo si presenta

I primo movimenti di 777 Partners, in particolare la forte interazione con Regione e Comune (ieri il tour nelle vie cittadine con il sindaco Marco Bucci n.d.r.), hanno ben impressionato Zangrillo. “E’ importante integrarsi da subito con la città e tenere sempre ben presenti le ambizioni dei nostri tifosi”. Autonomia: parola chiave dell’era Zangrillo. “Non sento il bisogno di chiedere consigli a Preziosi o a Berlusconi, credo che la mia libertà di azione sia piaciuta a 777 Partners”.

 

Zangrillo ha le idee chiare sul suo ruolo. Il presidente non è il proprietario ma “non farò il burattino bensì la figura che rappresenti al meglio la comunità genoana nel calcio italiano”. Non è il momento di liste della spesa per una campagna di rafforzamento necessaria ad aiutare il Grifone a riprendere il volo e allontanarsi dalla zona retrocessione. “Il campione da solo può fare poco – procede il Primario del San Raffaele di Milano – La scelta di un profilo internazionale, per il ruolo del tecnico, va in direzione di un progetto di ampio respiro. Shevchenko è una persona motivata e responsabile e la sua presenza è garanzia della solidità delle idee della nuova proprietà”.

La tifoseria

 

Il nuovo presidente e la tifoseria. “E’ vero che ragioniamo a lungo termine ma dovremo esser, giocoforza, anche pragmatici. Potremo continuare ad attraversare, quest’anno, momenti difficili e chiedo da subito ai nostri tifosi di esserci sempre vicini”. Zangrillo parla poi di un personaggio che a Genova è stato capace di lasciare il segno. “Mi sento spesso con Diego Milito e mi hanno fatto molto piacere i suoi complimenti dopo la mia nomina. Con il cuore vicino a questa città, Diego mi ha detto di esser a disposizione”

© RIPRODUZIONE RISERVATA