Gattuso avvisa il Milan: «Fatichiamo a fare il salto di qualità»

Gattuso avvisa il Milan: «Fatichiamo a fare il salto di qualità»
di Salvatore Riggio
2 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Dicembre 2018, 12:48 - Ultimo aggiornamento: 12:56

Rino Gattuso è sempre in discussione e lo è anche alla vigilia della gara contro la Fiorentina. Il tecnico rossonero è stato avvisato da Paolo Scaroni, il presidente. Serve il quarto posto. La Lazio per ora è a -2 e la Roma è a -3: i rossoneri non possono più sbagliare.
 
Momento. «Io sono convinto che domani faremo qualcosa in più. È da un po’ di tempo che quando dobbiamo dare il colpo del ko e fare il salto di qualità non ci riusciamo. Ci manca questo aspetto, ci manca di vincere partite importanti. Mi chiedo sempre come migliorare questo aspetto».
 
Atteggiamento. «Ci manca anche un po’ di personalità, ma il problema principale è che fatichiamo a fare il salto di qualità. Ora dobbiamo pensare a preparare bene la partita di domani, loro hanno giocatori importanti davanti. Dobbiamo dare tutti qualcosa in più».
 
Fiorentina. «Giochiamo contro una squadra con giocatori bravi tecnicamente, dobbiamo essere bravi ad imporre il nostro gioco e non dargli campo, non possiamo permetterci di giocatore in 60-70 metri, Dobbiamo giocare con veemenza».
 
Higuain. «Non ho nessun dubbio su Gonzalo. Mi avete rotto le scatole per mesi con i due attaccanti e ora invece sono un problema. In questo momento stiamo facendo fatica, in mezzo ci manca un po’ di qualità, con questo modulo è cambiato il nostro modo di giocare. Non è solo Higuain a faticare, non è solo lui il problema ma è tutta la squadra che gioca con il freno a mano tirato. Me lo tengo stretto e non mi risultano voci di mercato attorno a lui».

Calhanoglu. «Ha sempre fatto la mezz’ala. Se giocherà a centrocampo, farà la mezz’ala».

Preoccupazioni. «Mi preoccupa che potevamo allungare in classifica e non lo abbiamo fatto. A Bologna abbiamo giocato in maniera scolastica, è mancata la giocata per portare a casa la vittoria. Non siamo stati bravi a livello tecnico, loro giocavano tutti dietro la linea della palla. Mi preoccupa la testa dei miei giocatori, abbiamo faticato nelle ultime partite».

Mercato. «Voi pensate a che mercato faremo. Io credo che faremo uno o due acquisti. Sicuramente ci serve un giocatore in avanti che possa fare sia l’attaccante sia l’esterno. Vedremo, poi, se fare qualcosa a centrocampo».

Quarto posto. «Fin dal primo giorno la società mi ha chiesto di arrivare in Champions. È difficile, ma ora siamo quarti. Dobbiamo sbagliare il meno possibile e da parte mia, comunque, non c’è nessun problema. Non penso al fatto di poter essere cacciato».

Europa League. «L’eliminazione è stata una mazzata. Penso solo a lavorare, il resto sono solo chiacchiere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA