Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, I Friedkin acquistano il Cannes. E se parte Zaniolo, si pensa a Berardi

Roma, I Friedkin acquistano il Cannes. E se parte Zaniolo, si pensa a Berardi
di Stefano Carina
2 Minuti di Lettura
Martedì 7 Giugno 2022, 00:02 - Ultimo aggiornamento: 13:38

ROMA Le conferme, versante Friedkin, ancora debbono arrivare. Ma in Francia sono ormai certi: la famiglia statunitense, dopo la Roma, ha acquistato anche il Cannes, club di quinta serie francese. A rivelarlo il media regionale BFM Nice Cote d'azur. Un'acquisizione che sarebbe dovuta avvenire verso la fine di maggio. L'attuale proprietà della Roma continua dunque gli investimenti nell'universo calcio. Ora la prossima tappa è il delisting del club giallorosso dalla borsa. Nelle ultime settimane, con un investimento pari a 8,5 milioni di azioni sul mercato, i Friedkin sono saliti al 90% delle quote azionarie della società. Restano ancora sul mercato, circa 62 milioni di quote (pari al 10% delle azioni del club) per un controvalore pari a circa 27 milioni di euro. L’obiettivo della proprietà giallorossa è il controllo dell’intero pacchetto azionario, in subordine il raggiungimento della soglia del 95%, minimo indispensabile per il delisting.

PIACE BERARDI

Intanto preso lo svincolato Matic, bloccati Celik e Solbakken, la Roma si cautela per un eventuale futuro senza Zaniolo. Se durante l'estate non dovessero esserci i margini per il prolungamento (l'attuale accordo scade nel 2024) e dovesse arrivare l'offerta di almeno 50 milioni richiesta per il talento azzurro, a Mourinho non dispiacerebbe sostituire Nicolò con Berardi. Un ritorno di fiamma, pensando che il primo a chiederlo fu Di Francesco almeno 5 anni fa. Discorsi, al momento, futuribili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA