Florentino Perez: «Mourinho un viziato, Cristiano Ronaldo un imbecille». Gli audio choc del presidente del Real

Florentino Perez: «Mourinho un viziato, Cristiano Ronaldo un imbecille»
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 14 Luglio 2021, 12:26 - Ultimo aggiornamento: 15:49

Dalla Spagna arriva un'altra bomba. Dopo gli audio pubblicati ieri da 'El Confidencial', altre registrazioni inchiodano il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, uno dei massimi fautori della SuperLega, morta, al momento, nella culla. Nei nuovi documenti, datati 2012, il numero uno dei Blancos parla in termini non troppo entusiastici di José Mourinho, attuale allenatore della Roma, e di Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus, che all'epoca militavano nella squadra della capitale spagnola di cui l'imprenditore ha appena ripreso le redini in mano.

Perez: «Mourinho un viziato, Ronaldo un imbecille»

«È pazzo. Questo ragazzo è un imbecille, è malato», semplice, chiaro e diretto Florentino Perez parla di Cristiano Ronaldo. «Credete che questo ragazzo sia normale, ma non lo è, altrimenti non farebbe le cose che fa. L'ultima stupidaggine che ha fatto l'hanno vista tutti, perché pensi che faccia queste sciocchezze?», si chiede alla fine il numero uno dei Galacticos, che poi rincara la dose, mettendo in mezzo anche Mourinho.

«Mendes non ha potere su di lui, così come con Mourinho, anche per le interviste. Niente. Queste sono persone con un ego terribile, entrambi viziati, l'allenatore e lui. Non vedono la realtà, se fossero fatti diversamente potrebbero guadagnare molto di più in diritti d'immagine», continua.

I PRECEDENTI. Questi nuovi audio arrivano all'indomani della pubblicazioni di altre confidenze di Perez, in cui non le manda a dire neanche a Iker Casillas e Raul. Gli audio sono del 2006 e lui non è ancora il presidente del Real Madrid, ma ciò che dice è chiaro: le due bandiere non sono adatte ai merengues.

LA REPLICA. A stretto giro è arrivata anche la replica di Florentino Perez: «Le frasi riprodotte sono pronunciate in conversazioni registrate illegalmente dal signor José Antonio Abellán, che da molti anni tenta di venderle senza successo - dice -. È sorprendente ora che, nonostante il tempo trascorso, il quotidiano El Confidencial le pubblichi oggi. Sono singole frasi di conversazioni tratte dall'ampio contesto». «Capisco che il fatto che siano state pubblicate adesso sia dovuto al mio lavoro come uno dei promotori della Superlega. Ho affidato la questione nelle mani dei miei legali che stanno studiando le possibili azioni da intraprendere», conclude con una frecciata il numero uno dei Blancos.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA