Flaminia Civita Castellana, Staffa, «Io meglio di Papà»

Lunedì 2 Dicembre 2019 di Paolo Baldi
La Flaminia Civita Castellana, ha scoperto un nuovo attaccante. Gian Marco Staffa, classe 2000, nelle ultime due gare è stato schierato dal tecnico Francesco Punzi nel ruolo di centrocampista, dopo averlo utilizzato nelle prime gare come difensore.
Lui ha ripagato la fiducia con due gol: il primo ha consentito ai rossoblù di pareggiare contro il Trestina (1-1), il secondo ha aperto la sfida vincente di Foligno per 3-2 domenica.
Ritrovando il proprio ruolo il giovane calciatore romano ( è del quartiere Cassia), cresciuto calcisticamente nel Tor di Quinto, con molta probabilità ha trovato di nuovo fiducia nei propri mezzi. Gian Marco che studia scienze motorie, è figlio d’arte: il papa Gian Luigi, (oggi tecnico del Morolo) è stato un centrocampista d’interdizione con Civitavecchia, Ladispoli, Latina ed ha realizzato “ qualche gol” anche lui , ma mai ne ha collezionati due di fila.
«A me è accaduto invece – ha detto Gian Marco con orgoglio – e ne sono felice. Il primo gol è stata una intuizione e lo dedico a mia madre, il secondo un tiro bello quanto preciso è per i miei nonni che non ci sono più. Punto a farne un terzo per accontentare anche Papà ( almeno la smette di brontolare in tribuna la domenica. Ndr).  E’ un bel momento per me ma anche per la squadra. Aver incassato il primo successo fuori casa ha sicuramente ricaricato le batterie a tutti. Ora non ci rimane che dare continuità ai risultati a partire da domenica contro il Ponsacco. Anche perché abbiamo le potenzialità per arrivare ad agganciare la parte medio alta della classifica».
 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma