Bologna, festa per i 110 anni del club: Baggio e Signori tra i protagonisti

Mercoledì 9 Ottobre 2019 di Emilio Buttaro
Da Baggio a Pagliuca, da Signori a Di Vaio, dal capitano dell’ultimo scudetto rossoblu Pavinato al capitano di adesso Dzemaili. 110 campioni del Bologna di ieri e di oggi per festeggiare 110 anni di storia del club emiliano. Tra emozioni, ovazioni, lacrime e sorrisi si gioca una partita evento, Bologna-Real Madrid Legends. Le due squadre sono unite da un passato glorioso ma soprattutto da Antonio Bernabeu fratello del mitico Santiago e tra i fondatori del club felsineo nonché uno dei primi giocatori ad indossare la maglia del Bologna. Anche il Real presenta grandi stelle del passato perché in campo scendono Seedorf e Roberto Carlos, Karembeu ed Arbeloa. L’emozione di Roberto Baggio: “E’ una sensazione bellissima, qui ho lasciato dei bei ricordi ed ho vissuto un pezzo importante della mia storia”. Alla fine vincono i madrileni 4-2 e per il Bologna i gol sono a firma di Di Vaio e Stringara. Le canzoni di Lucio Dalla regalano un tocco di magia, ma il boato del pubblico arriva quando sul maxischermo c’è Sinisa Mihajlovic. “Mi dispiace non essere con voi - spiega con un videomessaggio l’amatissimo allenatore rossoblu uscito ieri dall’ospedale dopo il secondo ciclo di cure - e vorrei ringraziare i tifosi del Bologna ma anche la società. Mi siete stati vicini e mi avete dato tanta forza. Un saluto speciale poi ai miei due fratelli Karembeu e Seedorf. Noi però dobbiamo comunque cercare di vincere. Auguri a tutti, vi voglio bene”. E’ lui la vera leggenda del Bologna.   


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma