FANTACALCIO

Fantastorie, quella volta che Klose fece il record

Lunedì 10 Giugno 2019 di Francesco Guerrieri
Miroslav Klose ha giocato cinque stagioni alla Lazio, totalizzando 171 partite e 63 gol
Non solo mercato, analisi e consigli per la prossima stagione. Con il campionato fermo, vogliamo fare un salto indietro nel tempo per raccontarvi momenti indimenticabili che hanno fatto la storia del Fantacalcio. Macchina del tempo azionata, oggi torniamo al 6 maggio 2013, Lazio-Bologna 6-0. Game, set and match. Prime pagine tutte per Miro Klose (41 anni ieri), che con cinque gol segnati è entrato nella storia del Fantacalcio. Rapido calcolo: 15 punti di bonus da aggiungere al (super) voto. Nessun giocatore prima d'ora era riuscito a conquistare più bonus dell'attaccante tedesco. Grande festa per chi l'aveva schierato al Fanta in quella giornata: cinque gol e vittoria in tasca. Stagione d'oro per Miro, che ha chiuso quel campionato con 15 gol e una media di una rete ogni due partite, la ciliegina sulla torta è stata la vittoria della Coppa Italia il 26 maggio contro la Roma.

Dopo essersi ritirato, Klose ha lavorato nella nazionale tedesca come collaboratore tecnico, e un mese fa è stato annunciato come nuovo allenatore del Bayern Monaco Under 17.

Al Fanta però rimarranno per sempre quei cinque gol da record contro il Bologna, grazie ai quali ha superato il precedente primato di Montella, che il 10 marzo 2002 ne fece quattro in un derby (5-1 finale) facendo passare 45' da incubo a Nesta con Zaccheroni che lo sostituì all'intervallo.

Per ritrovare un giocatore che segnò cinque gol in una sola partita, invece, bisogna risalire al 1986, quando Roberto Pruzzo fu il protagonista assoluto di un Roma-Avellino 5-1 con una cinquina decisiva. Niente calcoli quella volta, il Fantacalcio ancora non esisteva e gli unici a festeggiare erano stati i tifosi giallorossi. 

Andando ancora più indietro nel tempo Klose: nel 1933 Silvio Piola con la maglia della Pro Vercelli, nel 7-2 contro la Fiorentina. Record assoluto in Serie A, eguagliato dallo juventino Sivori nel 1961: ne fece sei contro l'Inter che quel giorno mandò in campo la Primavera per protesta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma