Fantacalcio, probabili formazioni e consigli della 22a giornata: nel Milan c'è un intoccabile, Lautaro gestitelo così

Fantacalcio, probabili formazioni e consigli della 22a giornata: nel Milan c'è un intoccabile, Lautaro gestitelo così
di Francesco Guerrieri
7 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Febbraio 2021, 11:45

Ancora qualche ora per sciogliere gli ultimi dubbi in vista della prossima giornata del fantacalcio. Si parte stasera con l’anticipo tra Bologna e Benevento e si giocherà fino al Monday Night Verona-Parma. Chi schierare al fanta? Conferme, ballottaggio, dubbi e rischi da non prendere: ecco i nostri consigli.

BOLOGNA-BENEVENTO (Venerdì ore 20.45)
Skorupski puà esaltarsi, Soumaoro deve ancora capire i meccanismi della squadra e Danilo può arrivare alla sufficienza. Sconsigliati Schouten e Dominguez, Soriano va messo perché gira tutto intorno a lui, Barrow perché dopo la doppietta nell’ultima giornata non si può lasciare fuori. Sansone e Skov Olsen non sono prime scelte. Depaoli una buona scelta se non avete di meglio, Glik meglio di Tuia e Barba. Hetemaj e Schiattarella poco da fantacalcio, Viola il jolly che può portarvi bonus. Caprari ok se siete corti in attacco, Insigne e Lapadula convincono meno.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Dominguez; Skov Olsen, Soriano, Sansone, Barrow.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Insigne, Caprari; Lapadula.

TORINO-GENOA (Sabato ore 15)
La difesa (compreso Sirigu) può soffire, Singo è un’ottima soluzione per la fascia; non chiedete troppo a Mandragora, Rincon ha il cartellino facile. Belotti non si tiene mai fuori, Zaza potete escluderlo se avete alternative migliori. Perin si può schierare perché è da buon voto anche se a rischio malus. Criscito meglio di Goldaniga, che preferiamo comunque a Radovanovic. Zappacosta pronto ad affondare sulla fascia, Strootman per un buon voto e occhio agli inserimenti di Zajc. Non ci fidiamo di Behrami, Pandev e Destro vivono un magic moment e potete pensarci da terze punte.
Torino (3-5-2). Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo, Lukic, Mandragora, Rincon, Ansaldi; Zaza, Belotti.
Genoa (3-5-2). Perin; Goldaniga, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Zajc, Behrami, Strootman, Czyborra; Pandev, Destro.

NAPOLI-JUVENTUS (Sabato ore 18)
La difesa di Gattuso è da evitare in blocco, senza Koulibaly e Manolas si rischia di soffrire troppo. Elmas per chi crede nel jollly, Bakayoko dà sostanza e poco altro. Lozano può illuminare il San Paolo, ok anche Zielinski e Insigne. Osimhen sta recuperando, se volete schierarlo considerate però che non è ancora al 100%. Queste sono le partite in cui si esalta Chiellini, ok anche Danilo e de Ligt, sempre più leader. Cuadrado ottima scelta, Chiesa è in forma; troppi Rabiot e Bentancur. Può essere la partita di McKennie, Morata lo consigliamo e Ronaldo si mette sempre e comunque, neanche a dirlo.
Napoli: (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Rrahmani, Mario Rui; Elmas, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Osimhen.
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini; Cuadrado, Rabiot, Bentancur, Chiesa; McKennie; Morata, Ronaldo.

SPEZIA-MILAN (Sabato ore 20.45)
I difensori bianconeri non sono irrinunciabili, contro Ibra andranno in sofferenza e se proprio volete sceglierne uno consigliamo Bastoni e le sue discese sulla fascia. Pobega è l’ex che vuole colpire, Ricci per un buon voto. Gyasi troppo incostante, Verde a tratti e Galabinov sarà ancora il vice Nzola. Potete lasciarlo fuori aspettando il ritorno del francese. Donnarumma è uno dei migliori portieri del fanta e va schierato sempre, ok Tomori che è partito bene ma anche Romagnoli. Hernandez intoccabile, se avete Dalot può essere la gara giusta per mandarlo a bonus. Kessie meglio di Bennacer, Calhanoglu cerca il jolly; Castillejo è quello che ci convince meno, ma si può comunque schierare se siete a corto di centrocampisti. Leao buona scelta per l’attacco, inutile dire di mettere Ibra.
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Erlic, Chabot, Bastoni; Pobega, Ricci, Maggiore; Gyasi, Galabinov, Verde.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Dalot, Tomori, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer; Castillejo, Calhanoglu, Leao; Ibrahimovic.

ROMA-UDINESE (Domenica ore 12.30)
Mancini è sempre una buona scelta per la vostra difesa, piace molto anche a Fonseca. Ibanez meglio di Kumbulla. Karsdorp e Spinazzola volano sulle fasce, Veretout è il cuore della Roma e Villar può portere un buon voto. Mkhitaryan da mettere senza neanche pensarci, Mayoral? Per noi è un sì, vuole prendersi definitivamente il posto da titolare. Musso può fare grandi parate ma subire qualche gol, la difesa non ha una gara semplice. A centrocampo via libera a de Paul che torna titolare, Larsen e Zeegelaar avranno vita dura, Arslan meglio di Walace. Deulofeu ha segnato all’ultima e proverà a colpire di nuovo in contropiede, lo preferiamo a Llorente.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kumbulla; Karsdorp, Villar, Veretout, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Mayoral.
Udinese (3-5-2): Musso; Nuytinck, Bonifazi, Samir; Larsen, de Paul, Arslan, Walace, Zeegelaar; Deulofeu, Llorente.

CAGLIARI-ATALANTA (Domenica ore 15)
Rugani giocherà sempre ma occhio ai voti, la squadra di Gasperini è un avversario scomodo per tutta la difesa. Zappa si può mettere anche contro Gosens, Nandez meglio di Marin. Sì a Joao Pedro, perché è rigorista e il gioco passa tutto da lui; ok anche Nainggolan, Pavoletti per noi è un no finché non si sblocca. Approvato Gollini che può portare a casa un clean sheet, Romero può colpire in avanti, scelta approvata così come Palomino, che lo preferiamo a Djmsiti. Per chi ha preso Sutalo può provarlo ora che gioca più avanzato sulla fascia, de Roon e Freuler da sufficienza e qualcosa di più. Pessina è l’uomo copertina dell’Atalanta, Zapata e Ilicic come prime scelte.
Cagliari (3-4-2-1): Cragno; Walukiewicz, Godin, Rugani; Zappa, Nandez, Marin, Tripaldelli; Nainggolan, Joao Pedro; Pavoletti.
Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Palomino, Romero, Djimsiti; Sutalo, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Ilicic; Zapata.

SAMPDORIA-FIORENTINA (Domenica ore 15)
Audero è una buona scelta tra i pali per questa giornata, Yoshida meglio di Colley, Augello sostanza e quantità. Candreva gioca sempre col turbo, Damsgaard lo scegliamo come scommessa di giornata. Thorsby ed Ekdal poca qualità e rischio insufficienza dietro l’angolo. Quagliarella e Keita si possono mettere come terze punte, meglio di Torregrossa. Il ricorso della Fiorentina per Milinkovic è stato accolto e potete tornare a schierarlo anche voi, Biraghi meglio di Venuti e Castrovilli è in cerca della svolta. Bonaventura solo se non avete di meglio, Ribery non è al 100% ma potete metterlo per non avere rimpianti. Vlahovic è il rigorista e l’unico a tenere a galla i viola.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Damsgaard; Keita, Quagliarella.
Fiorentina (3-4-2-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Martinez Quarta; Venuti, Borja Valero, Castrovilli, Biraghi; Bonaventura, Ribery; Vlahovic.

CROTONE-SASSUOLO (Domenica ore 18)
C’è poco da pescare dalla squadra di Stroppa: no ai tre difensori, Pereira può accelerare sulla fascia. Messias è il migliore da schierare dei rossoblù, in contropiede può colpire. Simy è rigorista, ma non ha un gran rendimento. Via libera a Consigli, Toljan meglio di Rogerio; occhio ai centrali che senza Ferrari (squalificato) possono affondare. Locatelli è sempre una buona soluzione, Traoré meglio di Djuricic e Berardi vuole tornare a colpire. Ciccio Caputo da confermare con fiducia.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Rispoli, Henrique, Zanellato, Vulic, Pereira; Messias, Simy.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches, Marlon, Rogerio; Lopez, Locatelli; Berardi, Djuricic, Traoré; Caputo.

INTER-LAZIO (Domenica ore 20.45)
Handanovic e Reina sono spesso prime scelte, potete schierarli anche stavolta ma considerate almeno uno o due malus. De Vrij l’ex col dente avvelenato, Bastoni meglio di Skriniar. Hakimi da mettere sempre, Barella sta vivendo un gran momento e Gagliardini per un buon voto e poco altro. Young tanta corsa ma ci ispira poco, Lautaro e Lukaku non si possono lasciare fuori nonostante il periodo poco positivo. Musacchio e Radu convincono poco, Acerbi sempre da schierare. Semaforo verde per Lazzari, Marusic da evitare perché contro Hakimi può andare in sofferenza. Leiva non è da fanta, Milinkovic in queste gare si esalta spesso. Ok Correa in ripresa, Immobile da mettere a occhi chiusi.
Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Gagliardini, Young; Lautaro, Lukaku.
Lazio (3-5-2): Reina; Musacchio, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Correa, Immobile.

VERONA-PARMA (Lunedì ore 20.45)
Silvestri da clean sheet, l’unico difensore da schierare è Dimarco che gioca avanzato e ogni tanto regala bonus; meglio anche di Lazovic. Tameze non va oltre un buon voto, alti e bassi per Ilic. Ok Lasagna, Kalinic si può tenere fuori. Poco da pescare in un Parma sempre più in crisi: la difesa sta affondando, Bruno Alves compreso; ci intriga Conti, Kucka se credete nei suoi inserimenti. Occhio alla sorpresa Zirkzee che può partire titolare, Gervinho l’unico che può accendere la miccia.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Gunter, Magnani; Lazovic, Tameze, Ilic, Dimarco; Lasagna, Barak; Kalinic.
Parma (3-5-2): Sepe; Osorio, Bruno Alves, Bani; Conti, Kucka, Brugman, Kurtic, Gagliolo; Zirkzee, Gervinho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA