Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fantacalcio, probabili formazioni e consigli della 18a giornata: occhio a Ramsey nella Juve, sì a questa sorpresa della Fiorentina

Aaron Ramsey può essere l'uomo in più della Juventus nel big match contro l'Inter: per noi è un sì
di Francesco Guerrieri
6 Minuti di Lettura
Venerdì 22 Gennaio 2021, 19:36

Dopo la parentesi di Coppa Italia – che può aver dato qualche indizio ai fantallenatori – ci si rituffa nel campionato. Tutto pronto per la 18a giornata di Serie A, spalmata dal venerdì al lunedì. Brutta notizia per il fanta, occhio a non rimanere in dieci e ed evitare azzardi che possono penalizzarvi. Tanti big match in questa giornata che parte con il botto, col derby di Roma in programma stasera . Chiuderà questo turno il Monday Night tra Cagliari e Milan. Ultimi nodi da sciogliere per le vostre formazioni, ecco i nostri consigli su chi schierare e chi evitare.

LAZIO-ROMA (Venerdì ore 20.45)
Gara delicata, nella quale i due portieri sono sconsigliati. In questi big match il consiglio è di andare sulle certezze, e allora via libera a Smalling e Acerbi in difesa, ok anche MIlinkovic e Luis Alberto da una parte e Veretout dall’altra. Spinazzola meglio di Karsdorp, Leiva potete evitarlo e Lazzari giocherà col solito motorino. Caicedo è in forma e non si può lasciare fuori.
Lazio (3-5-2): Reina; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Marusic; Caicedo, Immobile.
Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Villar, Spinazzola; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

BOLOGNA-VERONA (Sabato ore 15)
Potrebbe rientrare Skorupski tra i pali del Bologna, in difesa Tomiyasu potrebbe essere una buona opzione; Svanberg per una sufficienza, meglio lui di Schouten. Promossi i tre sulla trequarti, Palacio non porta bonus. Silvestri è uno dei migliori portieri del campionato, contro il Bologna può essere un’ottima scelta. Difesa da evitare, Dimarco e Faraoni meglio di Tameze e Ilic. Zaccagni e Barak buone soluzioni per il centrocampo. Kalinic? Solo se non avete di meglio.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Tomiyasu, Dijks; Svanberg, Schouten; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.
Verona (3-4-2-1): Silverstri; Gunter, Magnani, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Ilic, Dimarco; Barak, Zaccagni; Kalinic.

TORINO-SPEZIA (Sabato ore 18)
Sirigu solo se avete altri portieri con partite più difficili, Izzo lo preferiamo a Lyanco e Bremer: sempre pericoloso in zona gol. Singo è il nuovo che avanza, Segre la novità che in pochi hanno e Linetty difficilmente porta bonus. Rodriguez ha preso una traversa col Milan, stavolta potrebbe trovare più precisione. Nello Spezia non c’è Nzola e l’attacco potrebbe faticare, idem la difesa contro Belotti. Nella squadra di Italiano peschiamo a centrocampo: Agoumé può arrivare alla sufficienza e oltre, Pobega vuole continuare a stupire.
Torino (3-5-1-1): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; Singo, Lukic, Segre, Linetty, Rodriguez; Verdi; Belotti.
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Terzi, Chabot, Marchizza; Estevez, Agoumé, Pobega; Gyasi, Piccoli, Farias.

SAMPDORIA-UDINESE (Sabato ore 20.45)
Per Audero è la classica partita da buon voto con uno o due malus, Augello può arrivare al 6, ci ispira più di Bereszynski. Candreva è in forma e rigorista se non c’è Quagliarella, Damsgaard è il gioiellino che va bene in (quasi) ogni partita. Thorsby ed Ekdal non li consigliamo. Promosso Keita. Per Musso vale il discorso di Audero: potete metterlo, ma considerate qualche malus. La difesa di Gotti traballa, l’Udinese non vive un buon momento e il consiglio è di puntare sui migliori: da De Paul a Pereyra, davanti Lasagna può essere una buona soluzione.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Damsgaard; Keita, Quagliarella.
Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Larsen, De Paul, Arslan, Mandragora, Zeegelaar; Pereyra; Lasagna.

NAPOLI-FIORENTINA (Domenica ore 12.30)
Meglio Maksimovic dei due terzini, spesso tendenti all’ammonizione. Koulibaly mettetelo senza pensarci. I muscoli di Bakayoko possono fare la differenza, Fabiàn ok anche se è penalizzato dal ruolo. Si a trequarti e attacco. Nella Fiorentina Milenkovic ispira più di Pezzella e Igor, Castrovilli può essere la sorpresa della giornata, Biraghi lo preferiamo a Caceres che non avrà vita facile. Callejon potete metterlo se credete nella legge dell’ex, ma non è in grande forma; da sfruttare, invece, il momento positivo di Vlahovic.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabiàn Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Mertens.
Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Igor; Caceres, Amrabat, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Callejon, Vlahovic.

CROTONE-BENEVENTO (Domenica ore 15)
Scontro diretto per la salvezza, nel quale la velocità di Messias può fare la differenza. Eduardo Henrique può inventare, Pereira è un treno sulla fascia e Riviere potete serenamente lasciarlo fuori. Sconsigliata la difesa del Benevento che può andare in difficoltà, il centrocampo è poco da fanta e il rischio cartellino è dietro l’angolo. Si può pensare a Insigne e Sau, i due più in forma della squadra di Inzaghi.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Rispoli, Eduardo Henrique, Zanellato, Vulic, Pereira; Messias, Riviere.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Glik, Barba, Foulon; Improta, Ionita, Hetemaj; Insigne, Sau; Lapadula.

SASSUOLO-PARMA (Domenica ore 15)
Consigli punta al clean sheet in questo turno, Ferrari ci ispira più di Chiriches che non sta attraversando un gran momento. Locatelli è sempre una buona soluzione, Traoré è tra i più un forma e Caputo merita fiducia. Non sarebbe una follia lasciare fuori Djuricic e Defrel, valutate le alternative. Sepe è un buon portiere per rendimento ma contro la squadra di De Zerbi rischia di affondare, Busi può arrivare alla sufficienza, stavolta neanche Bruno Alves ci convince in pieno. A centrocampo gli inserimenti di Kurtic possono essere un fattore vincente, approvato Kucka che gioca nel tridente, Gervinho può far male nelle ripartenze e Cornelius non è in gran forma.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Lopez, Locatelli; Traoré, Djuricic, Defrel; Caputo.
Parma (4-3-3): Sepe; Busi, Bruno Alves, Pezzella, Ricci; Cyprien, Brugman, Kurtic; Kucka, Cornelius, Gervinho.

ATALANTA-GENOA (Domenica ore 18)
Gollini è una delle migliori scelte tra i pali per questa giornata, i difensori dell’Atalanta sono promossi perché spesso si trasformano in attaccanti. Gosens meglio di Hateboer che è comunque una buona soluzione, Ilicic può salire in cattedra e per Zapata è aria di derby. Un difensore rigorista va sempre messo, questa è la nostra idea: quindi via libera a Criscito. A centrocampo meglio gli esterni dei centrali, Shomurodov e Destro buone terze punte.
Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Ilicic; Zapata.
Genoa (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Zappacosta, Behrami, Badelj, Zajc, Czyborra; Shomurodov, Destro.

INTER-JUVENTUS (Domenica ore 20.45)
Handanovic e Szczesny sono due portieri top che nei big match possono esaltarsi. La difesa dell’Inter convince più di quella bianconera, dove Bonucci non sta attraversando un momento positivo (si può comunque mettere) e Frabotta rischia di affondare sulla fascia di Hakimi. Vidal si è sbloccato in Coppa Italia ed è l’ex con tutti gli occhi puntati, Lautaro e Lukaku sono gli intoccabili. Tra i bianconeri ci piace Ramsey come scommessa, McKennie è uno dei migliori dei suoi e Bentancur lo sconsigliamo: ormai è anche abbonato al giallo.
Inter (3-5-2): Handanovic, Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Vidal, Young; Lautaro, Lukaku.
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Frabotta; Ramsey, McKennie, Bentancur, Chiesa; Morata, Ronaldo.

CAGLIARI-MILAN (Lunedì ore 20.45)
Cragno è sconsigliato contro un Milan nel quale torna anche Ibra. Anche la difesa da evitare, Nainggolan ha il colpo in canna e può essere il momento giusto per un bonus. Zappa senza paura, anche contro le big ha dimostrato di cavarsela. Può faticare Simeone, per questo turno meglio puntare su altri. Approvato il blocco rossonero, semaforo verde anche per Hauge e Tonali.
Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Pisacane, Godin, Walukiewicz, Lykogiannis; Nainggolan, Marin; Zappa, Joao Pedro, Sottil; Simeone.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Tonali, Kessie; Castillejo, Calhanoglu, Hauge; Ibrahimovic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA