FANTACALCIO

Fantacalcio, probabili formazioni della 9a giornata: emergenza in difesa per la Juve, che svolta per Castrovilli

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Francesco Guerrieri
Prandelli sta pensando a un cambio di modulo per la Fiorentina: 4-2-3-1 con Castrovilli avanzato sulla trequarti. Per la felicità dei suoi fantallenatori

Settimana di coppe quella che ci avvicina alla nona giornata di campionato, ma la testa dei fantallenatori è già proiettata al prossimo turno di Serie A. Dalle gare della settimana può arrivare qualche indizio sulle scelte per il week end, con il rischio turnover dietro l’angolo e la speranza di evitare infortuni per i vostri giocatori. Vediamo allora, come sempre, le possibili scelte degli allenatori, partita per partita.

SASSUOLO-INTER (Sabato ore 15)
De Zerbi pensa a un cambio in difesa con Toljan in vantaggio su Muldur, Chiriches e Marlon si giocano il posto. Lopez più di Obiang in mediana vicino a Locatelli, ancora fuori Caputo con Raspadori in attacco davanti al terzetto Berardi, Djuricic, Boga. Nell’Inter possibile turno di riposo per Hakimi con Darmian che si scalda, Eriksen verso l’esclusione con Barella trequartista e Gagliardini vicino a Vidal.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Locatelli, Lopez; Berardi, Djuricic, Boga; Raspadori.
Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Gagliardini, Vidal, Young; Barella; Lautaro, Lukaku.

BENEVENTO-JUVENTUS (Sabato ore 18)
Idee abbastanza chiare per Inzaghi, in emergenza sulle fasce dove giocheranno da una parte Maggio e dall’altra Barba. Insigne favorito su Sau, Moncini insidia Lapadula. Problemi in difesa anche per Pirlo, che senza Demiral, Chiellini e Bonucci sceglie Alex Sandro insieme a Danilo e de Ligt. Chiesa e Bernardeschi si giocano il posto sulla fascia sinistra, Kulusevski è il favorito sulla trequarti con Ramsey e McKennie più indietro.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Caldirola, Glik, Barba; Ionita, Schiattarella, Hetemaj; Improta, Insigne; Lapadula.
Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, de Ligt, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Kulusevski; Morata, Ronaldo.

ATALANTA-VERONA (Sabato ore 20.45)
Solite possibili rotazioni tra i nerazzurri, con Djimsiti favorito su Palomino e de Roon in vantaggio su Pessina per affiancare Freuler. Ilicic in pole sulla trequarti, più indietro Muriel e Miranchuk. Davanti Lammers insidia Zapata. Ballottaggio tra Dawidowicz e Cetin nella difesa del Verona, che dovrà rinunciare ancora a Lazovic con Zaccagni confermato largo sulla fascia. In mezzo uno tra Ilic e Veloso insieme a Tameze, Colley o Salcedo sulla trequarti con Barak; out Kalinic, davanti giocherà Di Carmine.
Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez, Ilicic; Zapata.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Magnani, Ceccherini; Zaccagni, Tameze, Ilic, Dimarco; Barak, Colley; Di Carmine.

LAZIO-UDINESE (Domenica ore 12.30)
Reina ancora favorito tra i pali della Lazio, l’unico sicuro in difesa è Acerbi: ballottaggio Patric-Luiz Felipe da una parte e Radu-Hoedt dall’altra. Inzaghi dovrà rinunciare ancora a Milinkovic, al suo posto giocherà uno tra Parolo e Akpa Akpro. Correa-Immobile coppia d’attacco. Nuytinck più di De Maio in difesa, Mandragora può tornare titolare dopo cinque mesi ma parte indietro rispetto ad Arslan. Testa a testa tra Lasagna e Pussetto per affiancare Okaka.
Lazio (3-5-2): Reina; Patric, Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo, Leiva, Luis Alberto, Fares; Correa, Immobile.
Udinese (3-5-2): Musso; Becao, Nuytinck, Samir; Larsen, de Paul, Arslan, Pereyra, Ouwejan; Pussetto, Okaka.

BOLOGNA-CROTONE (Domenica ore 15)
Formazione tipo per il Bologna, con un solo dubbio a centrocampo per Mihajlovic: intoccabile Schouten in mediana, insieme a lui ci sarà uno tra Svanberg e Dominguez con il primo favorito. Tutta la rosa a disposizione per Stroppa, che sta pensando a Rispoli sulla fascia al posto di Pereira. Cigarini o Petriccione al centro, dove Benali è l’unico sicuro di partire dall’inzio: l’altro dubbio è tra Vulic e Molina.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Tomiyasu, Danilo, Hickey; Svanberg, Schouten; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.
Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Luperto; Pereira, Benali, Cigarini, Vulic, Reca; Messias, Simy.

MILAN-FIORENTINA (Domenica ore 15)
Assenza pesante per i rossoneri, che dovranno fare a meno di Zlatan Ibrahimovic al centro dell’attacco. Pioli sta pensando di lanciare dal primo minuto il norvegese Hauge (in gol col Napoli), insieme a Calhanoglu e uno tra Brahim Diaz e Castillejo. Rebic avanzato al posto di Ibra. Ballottaggio Calabria-Dalot sulla fascia destra. Qualche problema in attacco per Prandelli, che senza Ribery e Bonaventura potrebbe avanzare Castrovilli in un 4-2-3-1: il gioiello viola agirebbe sulla trequarti con Callejon e Kouame dietro a Vlahovic, favorito su Cutrone. In difesa Lirola favorito su Igor.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer; Diaz, Calhanoglu, Hauge; Rebic.
Fiorentina (4-2-3-1) Dragowski; Lirola, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Amrabat, Pulgar; Callejon, Castrovilli, Kouame; Vlahovic.

CAGLIARI-SPEZIA (Domenica ore 15)
Scelte quasi obbligate per Di Francesco, che dovrà ancora fare a meno di Godin: al centro della difesa ci sarà Pisacane insieme a Walukiewicz, Tripaldelli confermato a sinistra per Lykogiannis. Dovrebbe rientrare Nandez sulla trequarti nel terzetto con Joao Pedro e Sottil; Ounas mina vagante che insidia i due esterni. Chabot torna a disposizione di Italiano e può riprendere il suo posto al centro della difesa dello Spezia, Vignali ed Estevez verso al conferma da titolari. Agudelo è in vantaggio su Farias nel tridente.
Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Pisacane, Tripaldelli; Rog, Marin; Nandez, Joao Pedro, Sottil; Simeone.
Spezia (4-3-3): Provedel; Vignali, Terzi, Chabot, Bastoni; Estevez, Ricci, Pobega; Agudelo, Nzola, Gyasi.

NAPOLI-ROMA (Domenica ore 20.45)
Solito testa a testa tra Ospina e Meret tra i pali del Napoli, dove Ghoulam o Mario Rui sostituiranno Hysaj positivo al Covid. Occhio a Lozano perché potrebbe riposare, Gattuso sta pensando di schierare Elmas dal primo minuto e in mediana Fabiàn Ruiz in vantaggio su Zielinski per giocare vicino a Demme. La Roma ritrova Dzeko ma potrebbe non esserci Mancini: se non dovesse farcela, Fonseca tornerà alla difesa a 4 con la conferma di Cristante arretrato vicino a Juan Jesus; Bruno Peres e Karsdorp si giocano il posto sulla fascia destra. Pellegrini avanza sulla trequarti, Villar più di Diawara.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabiàn, Demme; Politano, Lozano, Insigne; Mertens.
Roma (4-2-3-1): Mirante; Karsdorp, Cristante, Juan Jesus, Spinazzola; Villar, Veretout; Pedro, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

TORINO-SAMPDORIA (Lunedì ore 18.30)
Senza Lukic, Verdi e Gojak, Giampaolo non ha un trequartista a disposizione, si va verso il 3-5-2 con Singo e uno tra Ansaldi e Rodriguez sulle fasce. L’argentino potrebbe essere anche utilizzato nei tre in difesa con Nkoulou che rischia il posto. Da valutare le condizioni di Belotti alle prese con una gonalgia al ginocchio destro, se non ce la farà la coppia d’attacco sarà Bonazzoli-Zaza, occhio perché sono due ex. Ranieri ritrova Augello e Tonelli, in ballottaggio con Colley per affiancare Yoshida. Dopo l’esperimento 4-3-3 non andato benissimo la Samp dovrebbe tornare al centrocampo a quattro, con Ekdal o Silva vicino a Thorsby e Jankto più di Damsgaard a sinistra. Testa a testa tra Ramirez e Gabbiadini.
Torino (3-5-2): Sirigu; Bremer, Nkoulou, Lyanco; Singo, Meité, Rincon, Linetty, Ansaldi; Bonazzoli, Zaza.
Sampdoria (4-4-1-1): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Jankto; Ramirez; Quagliarella.

GENOA-PARMA (Lunedì ore 20.45)
Nel Genoa debutto di Paleari, prima assoluta in Serie A per il portiere che sostituirà lo squalificato Perin. In dubbio il gioiello Rovella per un problema muscolare, se non dovesse farcela giocherà Lerager. Sturaro o Zajc l’altra mezz’ala e Badelj più di Behrami. Scamacca sta vivendo un gran momento ed è intoccabile, Shomurodov insidia Pandev per giocare vicino all’ex romanista. Liverani può riproporre Osorio in difesa, con l’inserimento di Iacoponi e Gagliolo sulla linea dei centrocampisti al posto di Pezzella. Kurtic torna titolare nel centrocampo a cinque con Cyprien in regia. In attacco si va verso la coppia Inglese-Gervinho, Cornelius e Karamoh indietro nei ballottaggi.
Genoa (3-5-2): Paleari; Biraschi, Zapata, Bani; Ghiglione, Lerager, Badelj, Sturaro, Pellegrini; Pandev, Scamacca.
Parma (3-5-2): Sepe; Osorio, Bruno Alves, Iacoponi; Grassi, Kucka, Cyprien, Kurtic, Gagliolo; Inglese, Gervinho.


© RIPRODUZIONE RISERVATA