Fantacalcio, consigli e probabili formazioni della 36a giornata: Ronaldo da gestire così

Nonostante il periodo complicato della Juventus, vi consigliamo di schierare ancora il portoghese per non avere rimpianti
di Francesco Guerrieri
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Maggio 2021, 16:18

Ultime tre giornate di campionato, le chat del fantacalcio si infiammano più che mai tra provocazioni e sfottò. In alcune leghe è già tutto deciso e il campione si gode la vittoria, in altre ci sono situazioni ancora in bilico da risolvere in questi ultimi 270 minuti. Chi schierare nel prossimo turno? Ecco i nostri consigli, partita per partita.

NAPOLI-UDINESE (Martedì ore 20.45)
Di Lorenzo sta bene e viene da un assist, Manolas meglio di Rrahmani e Lozano va messo con fiducia. Zielinski è l’ex, Bakayoko solo muscoli. Per Musso classica buona partita con qualche malus, Larsen si può lasciare fuori perché gioca in difesa ma De Paul va sempre messo. Ok Pereyra.
Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo; Manolas, Rrahmani, Hysaj; Fabiàn Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Osimhen.
Udinese (3-5-1-1): Musso; Larsen, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Makengo, Ouwejan; Pereyra; Okaka.

CAGLIARI-FIORENTINA (Mercoledì ore 18.30)
Cragno può esaltarsi, la difesa traballa troppo e la garra di Nandez e Nainggolan può essere decisiva. Marin ci ispira, Duncan un po’ meno. Meglio Milenkovic di Pezzella e Caceres tra i viola, Castrovilli cerca la svolta e Bonaventura è in crescita. Ribery? Se avete di meglio può rimanere fuori.
Cagliari (3-4-2-1): Cragno; Ceppitelli, Godin, Carboni; Nandez, Marin, Duncan, Lykogiannis; Nainggolan, Joao Pedro; Pavoletti.
Fiorentina (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Bonaventura, Pulgar, Castrovilli, Biraghi; Ribery; Vlahovic.

ATALANTA-BENEVENTO (Mercoledì ore 20.45)
Ok Gollini, approvati anche i difensori sempre pericolosi in area avversaria; Gosens segna quanto un attaccante, Malinovskyi è tra i più in forma. Poco da prendere in un Benevento che sta affondando: Lapadula e Viola sono tra gli ultimi a mollare, per il resto potete trovare di meglio.
Atalanta (3-4-2-1):  Gollini; Djimsiti, Romero, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Malinovskyi; Muriel.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Viola, Ionita; Insigne, Caprari; Lapadula.

BOLOGNA-GENOA (Mercoledì ore 20.45)
Partita da bonus per Soriano e Orsolini, Dijks è una buona soluzione per la fascia e Svanberg lo preferiamo a Schouten. Nel Genoa da evitare i tre difensori, Zappacosta si può confermare e dovrebbe tornare Strootman: pensateci. Meglio destro di Scamacca in attacco.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow.
Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Ghiglione, Strootman, Badelj, Zajc, Zappacosta; Scamacca, Destro.

INTER-ROMA (Mercoledì ore 20.45)
Occhio al turnover nei nerazzurri: D’Ambrosio ha il ‘vizietto’ del gol, Barella ha una media-voto da big e Sensi se sta bene può colpire. Nella Roma ci ispirano Pellegrini e Mkhitaryan, Karsdorp meglio di Bruno Peres, Pedro fuori forma e Villare non andrà oltre un buon voto.
Inter (3-5-2): Radu; Skriniar, de Vrij, D’Ambrosio; Darmian, Barella, Brozovic, Sensi, Perisic; Sanchez, Lukaku.
Roma (4-2-3-1): Mirante; Karsdorp, Mancini, Ibanez, Bruno Peres; Cristante, Villar; Pedro, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko.

LAZIO-PARMA (Mercoledì ore 20.45)
Reina e Acerbi i leader della squadra di Inzaghi, Lazzari è in cerca di riscatto e la coppia Parolo-Cataldi di convince poco così come Fares. Il Parma è già in B e oltre a Kurtic non ci sentiamo di consigliare nessuno. Anche Gervinho sembra aver staccato la spina, Pellè solo se siete corti.
Lazio (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Parolo, Cataldi, Luis Alberto, Fares; Correa, Immobile.
Parma (4-2-3-1): Sepe; Laurini, Osorio, Dierckx, Valenti; Hernani, Sohm; Kurtic, Brunetta, Gervinho; Pellè.

SAMPDORIA-SPEZIA (Mercoledì ore 20.45)
Audero come scommessa, Augello può arrivare alla sufficienza e Yoshida ci ispira più di Colley. Prudenza con Jankto, via libera per Candreva. Quagliarella in casa si può mettere. Nello Spezia ci piace Bastoni che può volare sulla fascia, Pobega vuole mettersi in vetrina e Piccoli ha già colpito.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella.
Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Ismajli, Erlic, Bastoni; Estevez, Pobega, Maggiore; Verde, Piccoli, Gyasi.

SASSUOLO-JUVENTUS (Mercoledì ore 20.45)
Consigli lo sconsigliamo nonostante una Juve in crisi, Muldur può essere un’idea ma i centrali potete lasciarli a riposo. Locatelli può esaltarsi contro la squadra che l’ha puntato, Raspadori da non sottovalutare. Buffon giocherà la sua penultima partita con la Juve prima della finale di Coppa Italia, Cuadrado uomo-assist e intoccabile; Chiesa ci prova fino alla fine, Arthur-Rabiot possono rimanere fuori. CR7? Non ci sentiamo di metterlo in discussione, schieratelo per non avere rimpianti.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Berardi, Djuricic, Traoré; Raspadori.
Juventus (4-4-2): Buffon; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Danilo; McKennie, Arthur, Rabiot, Chiesa; Dybala, Ronaldo.

TORINO-MILAN (Mercoledì ore 20.45)
Vojvoda è l’uomo più in forma del Toro, senza Ibra si può mettere anche Bremer ma meglio evitare Rincon. Mandragora la scommessa a centrocampo, Belotti sfida il club che aveva provato a prenderlo. Tomori una delle scelte migliori in difesa, Kessie viene da un rigore sbagliato ma può riscattarsi; No a Bennacer e Castillejo, Brahim Diaz scheggia impazzita.
Torino (3-5-2): Sirigu; Bremer, Lyanco, Buongiorno; Vojvoda, Rincon, Mandragora, Verdi, Ansaldi; Zaza, Belotti.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez; Kessie, Bennacer; Castillejo, Brahim Diaz, Calhanoglu; Rebic.

CROTONE-VERONA (Giovedì ore 20.45)
Nei rossoblù si può mettere Simy, unico a salvarsi in un Crotone già in Serie B. Messias non scalda, Pereira può arrivare alla sufficienza. Dimarco ottima soluzione per la vostra difesa, Barak idea per il centrocampo: meglio di Tameze che oltre alla quantità garantisce poco. Zaccagni? Si può riprovare a metterlo.
Crotone (3-4-1-2): Cordaz; Djidji, Magallan, Golemic; Pereira, Cigarini, Benali, Molina; Messias; Ounas, Simy.
Verona (3-4-2-1): Pandur; Ceccherini, Magnani, Dimarco; Faraoni, Tameze, Barak, Lazovic; Salcedo, Zaccagni; Lasagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA