Fantacalcio, consigli e probabili formazioni della 35a giornata: c'è una certezza nella Roma, Correa è da gestire così

Il Tucu Correa è in grandissima forma: contro la Fiorentina va schierato senza pensarci troppo
di Francesco Guerrieri
5 Minuti di Lettura

Il campionato sta per chiudere il sipario, e con lui anche il fantacalcio. Ultime giornate in cui una sola mossa – giusta o sbagliata – può diventare decisiva. C’è chi rischia di giocare in dieci per cercare quel bonus in più, chi ci va con più prudenza e preferisce mettere un attaccante in meno. E voi sapete già chi schierare per la prossima giornata? Ecco i nostri consigli.

SPEZIA-NAPOLI (Sabato ore 15)
Bastoni ci mette il cuore ma la partita è dura, Maggiore può pescare il jolly; Piccoli farà fatica, Verde può essere la mossa a sorpresa. Il miglior difensore da pescare nel Napoli è di Lorenzo, Demme meglio di Fabiàn, Osimhen è scatenato e non si può non mettere.
Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer, Ismajli, Erlic, Bastoni; Estevez, Ricci, Maggiore; Verde, Piccoli, Gyasi.
Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Mario Rui; Fabiàn Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.

UDINESE-BOLOGNA (Sabato ore 15)
Musso può esaltarsi, Nuytinck da non sottovalutare perché sale sui calci piazzati. Walace e Arslan hanno poco da dire, Okaka solo se siete corti in attacco. Nel Bologna ok Tomiyasu per una sufficienza, Svanberg può portare qualcosa di più; Barrow? Per noi è un no, troppo incostante.
Udinese (3-5-1-1): Musso, Becao, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Arslan, Larsen; Pereyra; Okaka.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Tomiyasu; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio.

INTER-SAMPDORIA (Sabato ore 18)
Grande festa in casa Inter, anche dopo lo scudetto approviamo il blocco nerazzurro. Coprendovi, potete mettere anche riserve come Hakimi, Barella ed Eriksen. Nella Samp ci piace l’ex Candreva, Audero meglio evitarlo così come la difesa; Gabbiadini a rischio insufficienza.
Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Bastoni; Darmian, Gagliardini, Brozovic, Sensi, Young; Sanchez, Lukaku.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Adrien Silva, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella.

FIORENTINA-LAZIO (Sabato ore 20.45)
La difesa viola è a rischio cartellino, Bonaventura ha voglia di finire bene la stagione e Biraghi meglio di Venuti. Lì davanti date spazio a Vlahovic. Acerbi non si discute mai, Marusic si può lasciare fuori così come Leiva e Lulic che non portano bonus. Lazzari col turbo, Correa vive un momento d’oro e non si può lasciare fuori: schieratelo senza pensarci troppo.
Fiorentina (3-5-1-1): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Venuti, Amrabat, Pulgar, Bonaventura, Biraghi; Ribery, Vlahovic.
Lazio (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

GENOA-SASSUOLO (Domenica ore 12.30)
La difesa rossoblù traballa troppo, Ghiglione e Zappacosta in cerca di bonus, occhio agli inserimenti di Zajc. Destro convince più di Scamacca. Consigli può fare bene tra i pali, Ferrari è una buona soluzione per la difesa e se siete corti in attacco potete lanciare Raspadori. No a Chiriches e Rogerio.
Genoa (3-5-2): Perin; Goldaniga, Radovanovic, Masiello; Ghiglione, Strootman, Badelj, Zajc, Zappacosta; Scamacca, Destro.
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Lopez, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga, Raspadori.

BENEVENTO-CAGLIARI (Domenica ore 15)
Gara delicata ion chiave salvezza e probabilmente poco spettacolare. Potrebbero uscire molti cartellini, occhio quindi ai vari Glik, Schiattarella e Ionita. Caprari ci mette sempre il cuore, Lapadula è rigorista. Nel Cagliari ci ispira poco Nainggolan, sì a Marin come sorpresa. L’esperienza di Godin stavolta può fare la differenza.
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Caldirola, Barba; Dabo, Schiattarella, Ionita; Iago, Caprari; Lapadula.
Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Godin, Carboni; Nandez, Marin, Nainggolan, Deiola, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti.

VERONA-TORINO (Domenica ore 15)
Per Silvestri è una gara da buon voto col rischio 1/2 malus, Dimarco cerca il jolly e Faraoni si può mettere. Sturaro meno da fanta di Barak e Lazovic, non è una pazzia lasciare fuori Zaccagni. Nel Toro puntiamo sui giocatori di garra: ok Izzo e Mandragora, Verdi troppo in ombra; Sanabria è un grande sì.
Verona (3-4-2-1): Silvestri; Ceccherini, Magnani, Dimarco; Faraoni, Sturaro, Barak, Lazovic; Salcedo, Zaccagni; Lasagna.
Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Vojvoda, Rincon, Mandragora, Verdi, Ansaldi; Sanabria, Belotti.

PARMA-ATALANTA (Domenica ore 15)
I gialloblù sono già in B ma c’è chi vuole mettersi in mostra: a partire da Sepe, scommessa di giornata. Bruno Alves rischia di affondare, Gervinho può far male in ripartenza. Ottima scelta Romero per la vostra difesa, Gosens è un intoccabile e Malinovskyi lo preferiamo a Pessina.
Parma (4-3-3): Sepe; Laurini, Dierckx, Bruno Alves, Pezzella; Grassi, Sohm, Kurtic; Kucka, Cornelius, Gervinho.
Atalanta (3-4-2-1): Sportiello; Djimsiti, Romero, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Pessina, Malinovskyi; Zapata.

ROMA-CROTONE (Domenica ore 18)
Kumbulla è in cerca di riscatto, Karsdorp spinge più di Santon e Pellegrini ha voglia di spaccare. Mkhitaryan in calo, Pedro con alti e bassi. La certezza? Mayoral. Occhio tra i pali, potrebbe giocare il terzo portiere Fuzato. Nel Crotone c’è sempre e solo un giocatore da prendere: Simy. Fino alla fine.
Roma (3-4-2-1): Fuzato; Fazio, Kumbulla, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Pellegrini, Santon; Pedro, Mkhitaryan; Mayoral.
Crotone (3-4-1-2): Cordaz; Djodjo, Golemic, Magallan; Pereira, Zanellato, Benali, Molina; Messias; Ounas, Simy.

JUVENTUS-MILAN (Domenica ore 20.45)
De Ligt si esalta nei big match, Danilo può soffrire Hernandez e Cuadrado è il miglior assist-man del campionato. Bentancur e Rabiot ispirano poco, Morata e Ronaldo dentro senza pensarci. Così come Dybala, ma coprendovi. Nel Milan semaforo verde per Theo, non sarà una serata facile per Kjaer e Tomori. Kessie muscoli e qualità, pensateci. Calhanoglu è una buona scelta, Ibra da ex vuole affondare i bianconeri.
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Cuadrado, Bentancur, Rabiot, Chiesa; Morata, Ronaldo.
Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic.

Venerdì 7 Maggio 2021, 18:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA