FANTACALCIO

Fantacalcio, i cinque giocatori su cui non puntare per l'ultima fase del campionato

Domenica 24 Marzo 2019 di Francesco Guerrieri
Dzeko e Parolo

Fantacalcio: la settimana di sosta del campionato serve ai fantallenatori per studiare, analizzare e anticipare le mosse per questi ultimi mesi della stagione. Qualche giorno fa vi abbiamo consigliato i giocatori sui quali puntare da qui a fine campionato, ora, invece, vediamo su chi è meglio non fare affidamento.

DZEKO (Roma)
Stagione difficile per la Roma, che ha cambiato allenatore passando da Di Francesco a Ranieri ma i risultati continuano a non arrivare. Ai giallorossi mancano anche i gol di Edin Dzeko, che la scorsa stagione ha chiuso il campionato a quota 16 e quest’anno è fermo a 7 reti. La squadra sta vivendo di troppi alti e bassi e l’attaccante bosniaco rischia di risentirne da qui fino alla fine. Inoltre, bisogna tenere conto anche del particolare nervosismo che sta vivendo Dzeko in questi giorni. Contro la Spal ha prima provocato i tifosi avversari alla fine del primo tempo, poi ha avuto una discussione con il ds avversario Vagnati e infine un duro faccia a faccia con El Shaarawy. Tempi duri per il bosniaco, che anche al fantacalcio retrocede sempre di più nelle gerarchie.

ICARDI (Inter)
E’ una delle delusioni del campionato. Ha segnato solo nove gol – l’anno scorso di questi tempi erano 22 - e ora rischia anche di perdere la maglia da titolare. Perché è vero che è tornato in gruppo, ma adesso le gerarchie sono cambiate ed è stato scavalcato da Lautaro Martinez. Maurito dovrà riconquistarsi il posto lì davanti. Prima, però, deve ritrovare la condizione giusta per poter giocare. Sia a livello fisico che mentale, con il nodo del contratto ancora da sciogliere. Anche senza Icardi l’Inter ha dimostrato di cavarsela più che bene e le prestazioni positive di Lautaro Martinez hanno convinto Spalletti a mischiare le carte. Per Maurito si prospetta un finale di stagione difficile, dopo aver perso la fascia da capitano rischia pure il posto da titolare.

DOUGLAS COSTA (Juventus)
In molte aste è stato il centrocampista più pagato. Tutti avevano ancora nella mente l’exploit nelle ultime giornate della stagione scorsa, con tre assist e un gol in quattro partite. Chi ha puntato sul brasiliano, però, è rimasto deluso: appena un gol e due assist in 17 gare (ma solo sette da titolare). Una stagione iniziata male con lo sputo a Di Francesco in Juventus-Sassuolo e la squalifica di quattro giornate. Da lì solo spezzoni di partite e pochi lampi. Mai 90’ in campo. Da più di un mese è out per un infortunio alla coscia e il rientro continua a slittare. Con la Juventus ancora in corsa per la Champions, in campionato c’è il rischio di vederlo veramente poco in questi ultimi mesi.

PAROLO (Lazio)
Occhio alle gerarchie in casa Lazio, perché le ultime due partite Marco Parolo le ha viste dalla panchina. Lui non ha fatto una piega: “E’ una scelta che accetto volentieri”. Un po’ meno i fantallenatori che lo hanno preso. Fino a qualche giornata fa era una certezza assoluta, fantamedia del 6,59 e ogni tanto portava a casa anche qualche bonus. E adesso? Inzaghi è stato chiaro e ha spiegato che sarà difficile tenere fuori Milinkovic, Correa e Luis Alberto in queste condizioni. E rinunciare a Leiva è impossibile. Ecco perché a rischiare il posto è Parolo. Le scelte di Inzaghi contro Fiorentina e Parma possono rappresentare un campanello d’allarme in vista del finale di stagione.

TONELLI (Sampdoria)
Un buon girone d’andata da titolare vicino ad Andersen, poi è sparito. Nel 2019 solo due partite. Come mai? Il motivo è nell’accordo tra Napoli e Sampdoria: in estate Tonelli è arrivato in prestito con obbligo di riscatto dopo 25 presenze. Il club blucerchiato, però, vuole rispedire indietro il difensore e per questo nella seconda parte della stagione Giampaolo ha lanciato Colley, preso in estate a titolo definitivo. Tonelli ha giocato 14 partite in campionato e da qui a fine stagione verrà schierato solo in caso d’emergenza.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Davide si è inventato un lavoro: proteggere i gatti sui balconi di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma