FANTACALCIO

Fantacalcio, l'analisi della 10a giornata: super Immobile, flop Piatek

Sabato 2 Novembre 2019 di Francesco Guerrieri
E' arrivata l'insufficienza per Krzysztof Piatek con la Spal. L'attaccante polacco ha segnato solo 3 gol finora
È stato un turno infrasettimanale pieno di sorprese, dalle scelte degli allenatori a risultati inaspettati come il colpo del Verona a Parma o i quattro gol della Lazio col Torino. Il rischio di giocare in 10 in questo turno era alto e vi avevamo consigliato di coprirvi con dei titolari sicuri come riserve. Sarri ha fatto giocare Rugani e non Demiral, Ancelotti ha inizialmente tenuto fuori Mertens e Fonseca ha ripescato Santon. Vediamo chi ha convinto e chi ha deluso nella decima giornata.

PARMA-VERONA 0-1
Il Verona vince ma gli attaccanti deludono: è l’unica squadra del campionato a non aver mai segnato con le punte. Bene il solito Kumbulla dietro, Veloso e Amrabat reggono. Nel Parma Sepe si salva nonostante il gol subito, Darmian è spento e l’attacco sente la mancanza di Inglese. Kulusevski leggermente meglio di Gervinho, Karamoh non si ripete.
Marcatore: Lazovic.
Assist: -
Ammoniti: Kumbulla, Verre, Amrabat, Veloso, Gervinho, Zaccagni.

BRESCIA-INTER 1-2
Balotelli è nervoso e si prende contro la sua ex squadra, Tonali cresce nella ripresa e Sabelli è uno dei migliori di Corini. Donnarumma fuori forma, Bisoli prende un buon voto ma il gol non è suo. Per Handanovic arriva un malus anche stavolta nonostante sia decisivo in più occasioni, Skriniar è in calo e si vede. Candreva ha convinto più di Asamoah, Barella con la solita grinta e la coppia Lautaro-Lukaku è sempre una certezza.
Marcatori: Lautaro Martinez, Lukaku, aut. Skriniar.
Assist: -
Ammoniti: Candreva, Gagliardini, Cistana, Mateju, Skriniar, Ndoj, Balotelli.

NAPOLI-ATALANTA 2-2
Chi aveva i due portieri deve fare i conti con i malus. Delude Koulibaly, bene Callejon e Insigne. Zielinski è entrato al posto di Allan che non ha preso il voto ma non era in forma. Super Milik, il migliore lì davanti con Mertens e Lozano. Toloi si trasforma in uomo assist, Freuler migliora, troppo spenti Hateboer e Gosens. Bene Pasalic sulla trequarti, davanti Ilicic è decisivo.
Marcatori: Maksimovic, Freuler, Milik, Ilicic.
Assist: Callejon, Toloi, Toloi, Ruiz.
Ammoniti: Maksimovic, Di Lorenzo, Insigne, Toloi, de Roon, Pasalic.

CAGLIARI-BOLOGNA 3-2
L’EuroCagliari sogna e fa sognare: Pellegrini è un treno sulla fascia, il Pata Castro entra subito in partita, ok Rog. 20’ di personalità per Oliva. Nainggolan non molla mai, Simeone e Joao Pedro bomber. Il Bologna un disastro in difesa, Orsolini senza guizzi e Dzemaili fa il suo. Santander meglio di Sansone e Palacio.
Marcatori: Santander, Joao Pedro, Joao Pedro, Simeone, aut. Faragò.
Assist: Pellegrini.
Ammoniti: Cigarini, Orsolini, Pellegrini.

UDINESE-ROMA 0-4
Dopo i sette gol dell’Atalanta, l’Udinese ne prende altri quattro dalla Roma. Musso è incolpevole ma inevitabilmente il voto si abbassa. Chi si salva? Nessuno, tutti insufficienti e una partita da dimenticare. Show della Roma: la conferma Zaniolo, la sorpresa Mancini e Veretout che anche se non prende bonus sta diventando sempre più una certezza per un buon voto. Smalling trova il primo gol, Kolarov ci mette la firma e per una volta si è visto un Pastore in forma. Kluivert da urlo, Fazio paga il cartellino.
Marcatori: Zaniolo, Smalling, Kluivert, Kolarov.
Assist: Kolarov. Espulso: Fazio.
Ammoniti: Okaka, Jajalo, Barak, de Paul, Mancini, Dzeko.

SASSUOLO-FIORENTINA 1-2
Solita difesa per De Zerbi, poco solida e troppi errori. Deludono anche Berardi e Duncan, Caputo non punge e Boga - schierato a sorpresa - è l’unico che trova il guizzo. Castrovilli è sempre più un punto fermo, non chiamatela più sorpresa. Chiesa soffre l’assenza di Ribery perché Boateng fa poco e nulla. Milenkovic trova il jolly, Pezzella regge la difesa e Pulgar va in affanno.
Marcatori: Boga, Castrovilli, Milenkovic.
Assist: Venuti, Castrovilli.
Ammoniti: Venuti, Caputo, Pezzella, Djuricic, Berardi, Dalbert, Castrovilli.

SAMPDORIA-LECCE 1-1
Ranieri si aggrappa al gol di Ramirez per provare a migliorare la situazione della Samp, anche se Quagliarella rimane ancora a secco e prende l’ennesima insufficienza. Murru e Depaoli meglio dei centrali, Rigoni è più nel gioco rispetto alle ultime partite e Ramirez trova il la rete della speranza. Gabriel respinge gli attacchi blucerchiati, Falco e Lapadula lì si trovano bene e mettono in difficoltà la difesa avversaria, Shakov è la sorpresa. Mancosu e Babacar entrano nella ripresa ma fanno poco.
Marcatori: Lapadula, Ramirez.
Assist: Shakhov, Rigoni.
Espulso: Tachtsidis.
Ammoniti: Ekdal, Petriccione, Meccariello, Ferrari, Vieira, Depaoli.

LAZIO-TORINO 4-0
La sfida tra Immobile e Belotti - gli attaccanti della Nazionale - l’ha vinta nettamente il primo grazie a una doppietta; è sempre in palla, vive per il gol. L’altro, rimane in ombra e spizza un pallone che finisce nella porta sbagliata. Strakosha chiude la porta a doppia mandata, Acerbi decisivo anche in attacco. Milinkovic cresce, Luis Alberto inventa: su quattro gol l’unico assist è il suo. Nel Toro Sirigu affonda per colpe non sue e Nkoulou si fa buttare fuori. L’ex De Silvestri fa fatica così come Laxalt dall’altra parte. In affanno anche Meité, Baselli e Lukic. Con un Belotti in difficoltà non brilla nemmeno Zaza.
Marcatori: Acerbi, Immobile (2), aut. Immobile.
Assist: Luis Alberto. Espulso: Nkoulou.
Ammoniti: Acerbi, Marusic.

JUVENTUS-GENOA 2-1
La squadra di Sarri vince ma dietro balla anche senza De Ligt: Rugani insicuro al debutto stagionale, Alex Sandro non affonda mai. Ordinaria amministrazione per Buffon, Bentancur non è Pjanic e ne risentono anche Matuidi e Khedira. Bernardeschi in leggera ripresa, Ronaldo la decide e Dybala senza lampi. Per Kouame è un periodo che gli riesce tutto, Schone ci mette l’esperienza e Romero meglio di Zapata. Ghiglione ordinato, Pinamonti si vede che ha voglia di spaccare e fa una partita di sostanza. Per l’asta di riparazione da seguire Agudelo, che ha giocato bene anche allo Stadium.
Marcatori: Bonucci, Ronaldo, Kouame.
Assist: Bentancur.
Espulsi: Cassata, Rabiot, Marchetti.
Ammoniti: Pandev, Bentancur, Rugani, Bonucci.

MILAN-SPAL 1-0
Suso ha ritirato fuori le pennellate di una volta, Donnarumma si salva e anche la difesa stavolta regge. Paquetà non brilla e Bennacer va in affanno, flop Kessie e Piatek, meglio Calhanoglu. Nella Spal ok Berisha incolpevole sul gol, l’ex Petagna particolarmente spento e anche Floccari non lo aiuta. Strefezza non spinge, Kurtic lotta e Murgia è l’unico che sa cosa fare. Dietro traballano troppo.
Marcatore: Suso.
Assist: –
Ammoniti: Floccari, Vicari, Kurtic, Cionek, Duarte, Donnarumma, Calhanoglu, Bennacer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma