FANTACALCIO

Fantacalcio, 5a giornata: consigli e probabili formazioni: Zaniolo torna titolare, sì a Belotti in cerca di riscatto

Martedì 24 Settembre 2019 di Francesco Guerrieri
Nicolò Zaniolo torna titolare domani contro l'Atalanta, per il vostro Fantacalcio può essere una risorsa in più
Parola d’ordine: non rischiare. Già, perché il turno infrasettimanale è quello più pericoloso in chiave Fantacalcio: le squadre fanno turnover, non ci sono giocatore intoccabili. Non schierate troppi giocatori in dubbio per, quando potete cercate sempre di coprirvi con qualche titolare sicuro. La possibilità di giocare in dieci in questo turno è dietro l’angolo.

VERONA-UDINESE (oggi ore 19)
Non ci sarà Kumbulla, uno dei pochi a convincere nel Verona ma out per squalifica. Veloso è sempre pericoloso, Lazovic può essere una freccia e Zaccagni può pescare il jolly. Larsen cerca riscatto e potete lanciarlo con fiducia, Mandragora per un buon voto e Lasagna a caccia di bonus. Una sorpresa? Barak.
VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Pessina, Zaccagni; Di Carmine.
UDINESE (3-4-2-1): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Larsen, Jajalo, Mandragora, Sema; Fofana, Barak; Lasagna.

BRESCIA-JUVENTUS (oggi ore 21)
Scontata la squalifica, Corini dovrebbe lanciare subito Balotelli titolare e potete pensarci anche voi. Tonali vuole mettersi in mostra in un big match ed è uno dei pochi che può salvarsi, gli altri meglio evitarli in blocco. Nella Juve on c’è Ronaldo, ma tornano De Ligt e Pjanic e si possono mettere.  Ramsey dovrebbe giocare sulla trequarti, preferiamo lui a Khedira e Matuidi; potete mettere anche Rabiot, ma coprendovi perché dovrebbe partire dalla panchina. Higuain e Dybala possono giocare insieme, schierateli tutti e due se avete titolari in panchina.
BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Bisoli, Tonali, Romulo; Spalek; Donnarumma, Balotelli.
JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Dybala, Higuain.

ROMA-ATALANTA (domani ore 19)
Pellegrini vive un gran momento e non si può lasciare fuori, meglio i terzini dei centrali che ancora devono recepire bene le idee di Fonseca. Cristante cerca il gol dell’ex, Zaniolo torna titolare. Anche l’Atalanta in difesa convince poco, potete puntare sugli esterni nerazzurri Hateboer e Castagne. Zapata in vantaggio su Muriel ma potete mettere anche l’ex Lecce se riuscite a coprirvi. E’ una gara dove possono arrivare diversi gol, i portieri si possono lasciare fuori. Se dovete scegliere, meglio Pau Lopez di Gollini.
ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Veretout; Zaniolo, Pellegrini, Mkhtaryan; Dzeko.
ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Castagne;  Gomez; Ilicic, Zapata.

FIORENTINA-SAMPDORIA (domani ore 21)
Dragowski e Audero possono essere due idee per la porta se non avete alternative migliori. Intriga Vlahovic che potrebbe partire titolare vicino a Ribery. Sì a Castrovilli che vuole continuare a stupire, Pulgar è rigorista e si può mettere. Milenkovic e Badelj a rischio giallo. La difesa della Samp non convince, punto interrogativo su Bereszynski adattato a tre dietro. Depaoli sta facendo bene e si può mettere, ok anche Murru sulla fascia opposta. Davanti Gabbiadini cerca continuità dopo il gol contro il Torino, Quagliarella vuole sbloccarsi ma rischia un 5. Potete anche lasciarlo a riposo se avete attaccanti migliori. Rigoni gioca fuori ruolo sulla trequarti.
FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Chiesa, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Vlahovic, Ribery.
SAMPDORIA (3-4-1-2): Audero; Bereszynski, Murillo, Colley; Depaoli, Vieira, Ekdal, Murru; Rigoni; Gabbiadini, Quagliarella.

GENOA-BOLOGNA (domani ore 21)
Radu può esaltarsi, preferiamo lui a Skorupski per il fattore casa. In difesa Criscito è l’unico che dà garanzie ed è anche rigorista, torna Ghiglione a caccia di assist, Schone cerca ancora il primo gol italiano ma è poco da bonus. In attacco Andreazzoli riforma la coppia titolare: si a Kouamé-Andreazzoli, il primo è in forma super e l’altro si è riposato nel week end. Dall’altra parte torna titolare Palacio che in trasferta fa sempre meglio che a casa. Ok anche il tridente dietro al Trenza, in difesa Tomyiasu può tornare a fare bene. Meglio evitare Dzemaili e Medel, poco da bonus e a rischio cartellino.
GENOA (3-5-2): Radu; Biraschi, Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Radovanovic, Schone, Barreca; Kouamé, Pinamonti.
BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomyiasu, Bani, Denswil, Krejci; Dzemaili, Medel; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio.

INTER-LAZIO (domani ore 21)
Godin è uno dei giocatori più in forma di Conte, ok anche Skriniar e l’ex De Vrij. L’altro ex, Candreva, dovrebbe partire titolare. Vecino ha una buona tradizione contro i biancocelesti, Sensi ha avuto un impatto pazzesco e non si può lasciare fuori. Biraghi pronto al debutto, davanti Politano insieme a Lukaku. Nella difesa di Inzaghi stavolta può fare  fatica anche Acerbi, Marusic è ancora favorito su Lazzari ma non dà garanzie.  Meglio Luis Alberto che può tirare fuori la giocata decisiva in qualsiasi momento. Domenica l’allenatore ha tolto Immobile per preservarlo per domani, sfogo plateale di Ciro ma è tutto rientrato. E a San Siro può colpire.
INTER (3-5-2): Handanovic;  Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva, Vecino, Brozovic, Sensi, Biraghi;  Politano, Lukaku.
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

NAPOLI-CAGLIARI (domani ore 21)
Ok Meret che può portare a casa un clean sheet; promossa in blocco anche la difesa di Ancelotti,  Maksimovic e Mario Rui compresi. Fiducia ad Elmas che sta facendo bene, Mertens e Milik dovrebbero essere i titolari in attacco: meglio il belga dell’ex Ajax. Llorente subentrerà nella ripresa, potete pensare di schierarlo coprendovi con un titolare. Joao Pedro e Simeone stanno bene ma al San Paolo sarà difficile ripetersi, chi può fare bene è il Guerriero Nandez. Intriga l’idea Castro sulla trequarti. Difensori rossoblù? No, grazie.
NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Allan, Elmas, Zielinski; Milik, Mertens.
CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Pinna, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Nandez, Oliva, Rog; Castro; Joao Pedro, Simeone.

PARMA-SASSUOLO (domani ore 21)
Possono far bene i due attaccanti: noi peschiamo da una parte Gervinho e dall’altra Caputo. Darmian in cerca di riscatto dopo l’ultima insufficienza, Kulusevski arretra a centrocampo ma può essere sempre un’idea valida. Nel Sassuolo Muldur  è in vantaggio su Peluso, preferiamo lui a Toljan. Duncan arriva dal +3 contro la Spal e Traoré vuole convincere De Zerbi per prendersi il posto fisso da titolare.
PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Pezzella; Kulusevski, Brugman, Hernani; Sprocati, Inglese, Gervinho.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Chiriches, Ferrari, Muldur; Duncan, Obiang, Traoré; Berardi, Caputo, Boga.

SPAL-LECCE (domani ore 21)
La squadra di Semplici cerca riscatto, si possono mettere Di Francesco e Petagna sperando in qualche bonus. Dietro ok Vicari, traballano Tomovic e Cionek. In mezzo prendiamo Kurtic e Murgia che ha sfiorato il gol col Sassuolo. Strefezza sta crescendo e dovrebbe partire ancora titolare, ma gli esterni della Spal ci convincono poco. Poco da pescare in questo Lecce: per cercare prestazioni positive dobbiamo spostarci in attacco, dove Mancosu è rigorista e ha già segnato con il Napoli, Falco può inventarsi qualcosa e Babacar cerca il primo centro in giallorosso.  C’è lui in pole su Farias e Lapadula.
SPAL (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Strefezza, Murgia, Missiroli, Kurtic, Sala;  Di Francesco, Petagna.
LECCE  (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Shakov, Petriccione, Majer; Mancosu; Falco, Babacar.

TORINO-MILAN (giovedì ore 21)
Il Gallo Belotti può colpire e va messo, Sirigu può esaltarsi contro una squadra che sta facendo fatica. Izzo meglio di Lyanco e Bremer, a sinistra dovrebbe giocare l’ex rossonero Laxalt ma ci convince di più De Silvestri sull’altra fascia. Verdi verso il debutto da titolare, potete mettere sia lui che Zaza ma senza rischiare di rimanere in dieci. Intriga Berenguer da trequartista. In questo Milan si fa fatica a trovare qualcuno che possa garantire buone prestazioni dopo un derby anonimo: Donnarumma è a rischio malus ma si può mettere, in difesa torna Calabria e Piatek vuole caricarsi la squadra sulle spalle. Poco da pescare a centrocampo, dove l’unico schierabile è Bennacer – favorito su Biglia – sperando nel suo entusiasmo. Davanti Leao è in vantaggio su Rebic.
TORINO: (3-4-2-1): Sirigu; Izzo, Lyanco, Bremer; De Silvestri, Baselli, Rincon, Laxalt; Berenguer, Verdi; Belotti.
MILAN: (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer, Calhanoglu; Suso, Piatek, Leao. Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 00:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA