Mourinho ai sedicesimi, avanti anche Leverkusen e Benfica

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Giuseppe Mustica

Una serata che ha sancito diverse qualificazioni. Oltre al Milan infatti, stasera staccano il pass per i sedicesimi di finale di Europa League Lilla, Villareal, Tottenham, Anversa, Braga, Dinamo Zagabria, Stella Rossa, Slavia Praga, Leverkusen, Rangers, Benfica, Granada e Psv.

 

GRUPPO ROMA

 

In Romania il Cluj non riesce a battere il Cska Sofia e per passare il turno dovrà andare a vincere in casa dello Young Boys. Finisce 0-0. Un risultato giusto, incanalatosi già nel primo tempo. È stata comunque la squadra ospite ad avere con Sowe la migliore occasione della partita per fare bottino pieno: ma la formazione bulgara non ha sicuramente voluto cambiare la statistica che la vede ancora a secco, come reti, nel girone. Troppo brutto esultare senza nemmeno aver preparato nulla. 

 

GRUPPO NAPOLI

 

Non va oltre il pareggio la Real Sociedad contro il Rijeka, che prima di stasera era fermo al palo. Finisce 2-2 in Spagna, e la squadra di casa, per ben due volte, è costretta a rimontare. I croati passano al 38’ con Velkovski che di testa anticipa tutti sugli sviluppi di un calcio d’angolo. La squadra di Alguacil pareggia al minuto 69’ con Bautista. Ma il Rijeka si riporta avanti con il sinistro di Loncar che da dentro l’area non lascia scampo al portiere spagnolo. Il gol che fissa il risultato lo sigla Monreal aiutato da una deviazione. Tutto aperto nel raggruppamento del Napoli. 

 

 

GRUPPO MILAN 

 

Nel girone della squadra di Pioli, insieme ai rossoneri, passano i francesi del Lilla, che battono in rimonta (2-1) lo Sparta Praga. Una gara dominata dalla compagine transalpina, che va più volte vicina al vantaggio. Poi gli ospiti rimangono in 10 uomini per via dell’espulsione di Celustka e il gol sembra dover arrivare da un momento all’altro. E questo arriva, puntuale. Ma è lo Sparta Praga a fare centro con il colpo di testa di Krejci. Allora Galtier mette mano alla panchina inserendo Ylmaz e Weah. E, al primo pallone toccato, i due nuovi entrati confezionano il pareggio: assist del figlio di George e gol facile facile del turco. Che si ripete poi al minuto 84 con il destro piazzato sul secondo palo per completare la rimonta. 

 

LE ALTRE

 

Basta il pareggio al Tottenham di Mourinho sul campo del Lask Linz (3-3) per staccare il pass: va sotto al 42’ la squadra dello Special One ma pareggia, allo scadere del primo tempo, Bale su rigore: il gallese ritrova il gol in Europa con la maglia degli Spurs dopo 7 anni. L’ultima rete l’aveva segnata contro l’Inter. Nella ripresa timbrano Son e Dele Alli su rigore. Ma il Lask, con orgoglio, trova il pari finale al 93’ con Karamoko. Decisivo nel senso negativo l’ex portiere del Torino Hart: colpevole in tutte le reti della squadra di casa.  Oltre il passaggio del turno con la vittoria sul campo del Feyenoord (0-2), la Dinamo Zagabria è l’unica squadra alla quinta giornata del girone a non aver subito neanche un gol. Si è vista anche stasera la grande tenuta difensiva della compagine croata. Vincono in rimonta i Rangers di Gerrard (3-2) sullo Standard Liegi. Così come nello stesso girone il Benfica (4-0) supera facile il Lech Poznan. Vittoria in trasferta del Leverkusen sul campo del Nizza (2-3): nel primo tempo gol regolare, e bellissimo, annullato all’ex Roma Schick. 

 

 

STADI APERTI

 

Vince l’Arsenal (4-1), che ha riaperto parzialmente l’Emirates: una bellezza. Com’è stupenda l’immagine della mamma che bacia il figlio dopo il gol del 2-0 della squadra di Arteta. Tutti distanziati e con la mascherina i tifosi, sparsi nelle tribune dello stadio londinese. Una situazione stupenda che si ripeterà anche domenica in Premier League dopo l’entrata in vigore delle nuove regole diramate dal governo britannico. Differente invece quanto visto a Mosca. Con gli ultras del Cska tutti ammassati in curva e senza maglietta. Non un bel vedere. Ma soprattutto incredibile perché durante la partita ha anche iniziato a nevicare.

 

Ultimo aggiornamento: 23:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA