Erdogan contro l'Uefa: discrimina sui saluti militari turchi

Giovedì 7 Novembre 2019
1
L'inchiesta aperta dalla Uefa nei confronti della nazionale di calcio turca per i saluti militari dei giocatori a sostegno dell'offensiva di Ankara contro le milizie curde in Siria è «discriminatoria e ingiusta». Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, secondo cui «è un diritto naturale dei nostri sportivi salutare i soldati dopo una vittoria». 

«Gli sportivi che rappresentano il nostro Paese all'estero sono soggetti a una campagna di linciaggio dall'inizio dell'operazione» militare, ha aggiunto Erdogan e la Uefa ha mostrato un «approccio politico verso la nostra nazionale e i club», ha accusato il leader di Ankara in una conferenza stampa prima di partire per una visita in Ungheria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma