Empoli-Roma, le pagelle: show di Abraham e Zaniolo. Delude Mancini. Andreazzoli presuntuoso

Empoli-Roma, le pagelle: show di Abraham e Zaniolo. Delude Mancini. Andreazzoli presuntuoso
di Ugo Trani
5 Minuti di Lettura
Domenica 23 Gennaio 2022, 22:30 - Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio, 00:06

PAGELLE ROMA

RUI PATRICIO 6
Pomeriggio abbastanza tranquillo, nonostante le due reti subite. Concentrato.

MANCINI 5

Di positivo solo il colpo di testa che permette ad Abraham di realizzare il secondo gol. Male nella ripresa in cui riporta in corsa l’Empoli. Il solito inutile giallo prima delle gaffe sulle reti di Pinamonti e Bajrami. Deconcentrato. 
SMALLING 6,5
È l’unico difensore a non andare mai in affanno. Chiude spesso al posto di Mancini e Ibanez. Lavora per gli altri più che per se stesso. A volte deve spostarsi sui lati per le disattenzioni dei laterali, in particolare di Karsdorp. Leader.
IBAÑEZ 6
Parte male, buttando via il pallone senza cercare i compagni. Il risultato nel primo tempo cancella ogni paura. Altalenante.
KARSDORP 5,5
Debole quando difende, fiacco quando Mourinho gli chiede di spingere. La ripresa è di grande sofferenza. Su quel lato l’Empoli va a costruire le azioni delle due reti. Vulnerabile.
CRISTANTE 6,5
Tocca a lui dettare i tempi del gioco e del pressing. Scherma la difesa e organizza ogni ripartenza. Si abbassa eccessivamente nel secondo tempo, ma combatte e suda per difendere il successo. Lucido.
SERGIO OLIVEIRA 7
In fase offensiva dà il meglio di sé. Ha qualità nel palleggio e nella verticalizzazione. E, anche se sbilanciato, realizza la seconda rete di fila nelle sue prime due partite nel nostro campionato. Cala solo per la stanchezza. Prezioso.
MAITLAND-NILES 6,5
Da esterno a tutta fascia riesce a offrire potenza e corsa. Spreca la chance per il possibile raddoppio davanti a Vicario per eccessiva precipitazione al moneto di concludere. Si sacrifica in copertura, scegliendo al momento di ripartire le giocate più semplici. Lascia il posto a Viña quando l’Empoli va all’assalto. Robusto.
MKHITARYAN 7,5
Si esalta dietro alle due punte. Da trequartista trova le sue giocate migliori. Tocchi ravvicinati e in profondità. Sta bene fisicamente e si vede dalla sua prestazione, elegante e al tempo stesso completa. È il giallorosso che ha più continuità nella sfida del Castellani, l’unico a non frenare nella ripresa. Geniale.
ZANIOLO 7
Protagonista nel primo tempo accanto ad Abraham. Fino all’intervallo dà spettacolo. Fiamozzi lo atterra subito in area, ma Fabbri non concede il rigore. Ismajli gli impedisce di firmare il vantaggio. Coast to coast per liberare al tiro Maitland-Niles. Di tacco libera Sergio Oliveira per il tris giallorosso prima di segnare il suo secondo gol in campionato. Un po’ anarchico per Mourinho, ma comunque utile per prendersi la partita. Straripante.

ABRAHAM 8

Sale sul palcoscenico ed entra nelle 4 reti. Le prime 2 sono sue. Bello il velo per lasciare l’assist a Zaniolo sul gol di Sergio Oliveira e splendida la magia con cui lancia Mkhitaryan per il poker di Zaniolo.Decisivo .
VIÑA 6
Più difensore di Maitland-Lines, Mourinho lo fa entrare quando la Roma soffre l’intraprendenza dell’Empoli. Su quel lato nessun pericolo, anche se a volte rischia di farsi sorprendere. Timido.
VERETOUT NG
Entra alla mezz’ora della ripresa per permettere alla Roma di difendere la vittoria passando al 3-5-2. Protegge la difesa. Umile.
FELIX NG
Nel finale per Zaniolo. Aiuta quando c’è da ripartire. Non incide, però. Precipitoso.
MOURINHO 7
Cambia il sistema di gioco, tornando alla difesa a tre, e lascia l’iniziativa all’Empoli per colpire come piace a lui. In contropiede, scatenando Zaniolo, Abraham, Sergio Oliveira e Mkhitaryan. Stratega.

PAGELLE EMPOLI

VICARIO 4,5
L’unica parata su Maitland-Niles. La difesa non lo aiuta, ma sembra spesso in ritardo. Spaventato.
FIAMOZZI 4
Si disinteressa del pallone e spinge Zaniolo in area. L’inizio è in apnea. Poi la resa totale. Disorientato.
ISMAJLI  4
Fa muro sul sinistro di Zaniolo, ma subito dopo tiene in gioco Abraham nell’azione del vantaggio. E non chiude mai l’inglese. Smarrito.
TONELLI 4,5
Sbaglia quanto il partner contro Abraham. Non è mai al posto giusto. Macchinoso.
MARCHIZZA 5
Fa fallo su Zaniolo, ma si impunta sul terrendo: il ginocchio cede, out a fine primo tempo e infortunio serio dopo aver partecipato al crollo difensivo. Spaesato.
ZURKOWSKI 4,5
Quando la Roma riparte, è spesso lui a perdere palla. e non ferma mai (o quasi) Sergio Oliveira. Sciatto.
RICCI 4,5
Mourinho gli piazza addosso Mkhitaryan che gli impedisce di palleggiare davanti alla difesa. Oscurato.
BANDINELLI 5,5
Fatica tanto fino all’intervallo. poi va ad attaccare Karsdorp e Mancini. E ha il merito di far segnare, con il cross da sinistra, Pinamonti. Semplice.
BAJRAMI  6
Si pappa la rete del possibile vantaggio. Riemerge nella ripresa, riaprendo il match anche sfruttandola deviazione di Mancini. Caparbio.
HENDERSON 4,5
Pomeriggio al buio. Giusto un’occasione nel finale. Spento.
PINAMONTI 6
Il migliore dell’Empoli. Fa centro di sinistro e inizia l’azione del gol di Bajrami. Orgoglioso.
VITI 6
Sostituisce Marchizza. E non va mai in tilt. Ordinato.
BENASSI NG
Debutta nel finale al posto di Bandinelli. Frenetico.
CUTRONE NG
Entra per Henderson e per affiancare Pinamonti. Inutile
ANDREAZZOLI 4
Paga la sua spavalderia. E in casa continua a perdere: solo 10 punti raccolti su 36 a disposizione. Esagerato.

ARBITRO FABBRI 6

Fabbri in scioltezza per trequarti del match, poi va in affanno con la gestione dei cartellini non appena il livello agonistico della gara si alza. Il var gli dà ragione dopo pochi minuti, quando giudica regolare una spallata in area su Zaniolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA