VENEZIA

Empoli promosso con 2 giornate d'anticipo. La Salernitana ipoteca la serie A, rigore al 97° e successo del Monza sul Lecce

Martedì 4 Maggio 2021 di Vanni Zagnoli
Empoli promosso con 2 giornate d'anticipo. La Salernitana ipoteca la serie A, rigore al 97° e successo del Monza sul Lecce

In serie B, la terzultima giornata è palpitante, i verdetti si avvicinano. Dunque l’Empoli vola in serie A, ha dominato la stagione, come gioco, ma è la corsa alla seconda piazza a essere entusiasmante, con tre squadre che sino al 96° erano a pari punti, Monza, Lecce e Salernitana: in caso di arrivo a pari merito salirebbero i brianzoli, per la classifica avulsa. Si sono aggiudicati gli ultimi due confronti diretti, contro ogni pronostico, perchè la squadra di Brocchi era in enorme difficoltà, nei mesi scorsi, era stato bloccata da squadre di secondo piano e a Salerno aveva rinunciato a molti giocatori, in punizione per essere andati al casinò, in Svizzera, senza il permesso della società.

Allo scadere, però, arriva il colpo di coda di Fabrizio Castori, 67 anni, l’allenatore veterano della serie B, rigore a Lignano Sabbiadoro, per la Salernitana, trasforma Tutino (toccato da Barison) e ora i granata sono strafavoriti per la salita diretta.

I biancorossi, dunque, faticheranno a rendere felice Silvio Berlusconi, non è più sufficiente che vincano a Cosenza (appeso a un filo, per i playout, e dunque deve vincere per evitare la retrocessione diretta, che oggi toccherebbe anche la Reggiana, senza spareggi) e anche all’ultima, con il Brescia, che tuttavia si giocherà i playoff. 

E’ la Salernitana a essere padrona del proprio destino, aspetta l’Empoli, appagato da una stagione di grande spettacolo, con 28 risultati utili di fila, sino a sabato, ad Ascoli, e poi chiuderà a Pescara. Occhio, perchè se gli abruzzesi non saranno già aritmeticamente retrocessi (venerdì giocheranno a Cremonese, i grigiorossi sono tranquilli) saranno un avversario motivatissimo e anche di qualità. 

Giornata emozionante, anche in ottica playoff, con Chievo, Brescia e Spal a quota 50, una sarebbe al momento fuori, a un punto c’è la Reggina, a 4 il Frosinone, a 5 il Pisa, ma lì è difficilissimo recuperare. Dunque, in caso di arrivo in parità con quelle tre, sarebbero dentro il Brescia e il Chievo e la Spal fuori, i ferraresi sono alla 3^ sconfitta in sequenza.

In coda, retrocessa l’Entella, il Pescara si riporta a 2 lunghezze della Reggiana, battuta all’Adriatico, e a 3 dal Cosenza, hanno tuttavia necessità di riportarsi a 4 punti dall’Ascoli o dal Pordenone, entrambe a 41, per disputare i playout. Oggi non si sarebbero, con il Cosenza -6, la Reggiana a -7 e il Pescara a -9. Per non retrocedere, gli abruzzesi dovrebbero saltarne due, raggiungere 38 punti e sperare che l’Ascoli o il Pordenone non faccia più di un punto in due gare.

E’ stata anche la giornata del Frosinone, vincente a Ferrara, dell’Ascoli, 2-2 a Reggio Calabria (da 1-0 e 1-2), del Pordenone, che rimonta la Salernitana, del Venezia, che riprende il Pisa, avanti di due reti (ma il rigore non c’era), e del Cittadella, che si riporta a un punto dai lugunari, quinti. Occasione sciupata dal Chievo, ripreso dalla Cremonese.

Terzultima giornata.

Chievo Verona-Cremonese 1-1: 25’ Fabbro (Ch), st' 3 Gaetano.

Cittadella-Virtus Entella 1-0: 4’ st Bonini aut (espulso Pavic al 41' st, nel Citta)

Empoli-Cosenza 4-0: 31’ Mancuso, 39’ La Mantia; st 16’ La Mantia, 19' Bajrami.

Vicenza-Brescia 0-3: 38’ Bjarnason, 40’ e 5’ st Donnarumma. 

Monza-Lecce 1-0: 41’ Barberis.

Pescara-Reggiana 1-0: 8’ Capone.

Pisa-Venezia 2-2: 37’ Marconi (P), 42’ Marsura (P); st 32’ Maleh, 47' Forte rig; espulso Gucher (P) allo scadere.

Pordenone-Salernitana 1-2: 6’ Gondo (S), st 24' Misuraca (P), 52' Tutino rig.

Reggina-Ascoli 2-2: 18’ Cionek (R), 41’ Bajic (A); st 5’ Sabiri (A), 18' Montalto. Al 27' rigore parato a Sabiri (A).

Spal-Frosinone 0-1: 5’ st Novakovich rig.

Classifica: Empoli 70, Salernitana 63; Lecce e Monza 61, Venezia 57, Cittadella 56, Brescia, Chievo e Spal 50; Reggina 49, Frosinone 46, Cremonese e Pisa 45, Vicenza 44, Pordenone e Ascoli 41; Cosenza 35, Reggiana 34, Pescara 32, Entella 23.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA