Emiliano Sala, il pilota sbagliò e fu intossicato in cabina: conclusa l'inchiesta

Venerdì 13 Marzo 2020
Emiliano Sala, il pilota sbagliò e fu intossicato in cabina: conclusa l'inchiesta

Fu la perdita di controllo da parte del pilota a causare l'incidente nel quale l'anno scorso morì il calciatore argentino Emiliano Sala, precipitato a bordo di un piccolo jet nella Manica. Lo ha stabilito l'inchiesta condotta dall'Air Accidents Investigation Branch britannica, secondo i cui risultati il pilota - David Ibbotson, il cui corpo a differenza di quello di Sala non è mai stato ritrovato - avrebbe portato il velivolo a una velocità eccessiva rispetto alle sue potenzialità nelle condizioni di buio e tempo meteorologico instabile. E potrebbe essere rimasto intossicato da un'infiltrazione di monossido di carbonio in cabina.

Morto Emiliano Sala, arrestato un uomo di 64 anni: omicidio colposo
 

 

La tragedia avvenne mentre Sala, idolo dei tifosi del Nantes, era in viaggio fra la città francese e il Galles subito dopo il trasferimento al Cardiff City, club gallese della Premier League inglese. E suscitò forte emozione a Nantes come in Argentina, ma anche polemiche da parte della famiglia del goleador. Dubbi erano del resto già emersi sulla validità della licenza di Ibbotson per il volo notturno e il trasporto passeggeri.

Emiliano Sala, l'inquietante messaggio del pilota dell'aereo caduto: «Sono arrugginito»

Ultimo aggiornamento: 20:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani