Emiliano Sala, scomparso dai radar sulla Manica l'aereo su cui viaggiava il bomber

Martedì 22 Gennaio 2019
Emiliano Sala, scomparso dai radar sulla Manica l'aereo su cui viaggiava il bomber

Una stella scomparsa nei cieli della Manica. Emiliano Sala, bomber argentino di origini italiane, attaccante del Cardiff City, è disperso da ieri sera. L'aereo, un Piper Malibu, con a bordo il calciatore, era decollato dall'aeroporto francese di Nantes-Atlantique, in direzione di Cardiff. A bordo c'erano altre due persone. Sala era stato appena acquistato dai francesi del Nantes per 17 milioni di euro.
 


Con il calare della sera, la polizia di Guernsey, l'isola da cui da ore si coordina l'intervento di mezzi aerei e navali franco-britannici, ha annunciato l'interruzione delle ricerche, già sospese una prima volta ieri notte a causa delle condizioni meteo. Materiale galleggiante è stato rivenuto in giornata, ma gli inquirenti non sono in grado di confermare se si tratti o meno di pezzi del Piper scomparso. E la polizia francese dice sin d'ora che le chance di sopravvivenza sono «minime». Pessimista anche il responsabile di Channel Islands Airsearch, John Fitzgerald: «Non ci aspettiamo di trovare sopravvissuti - ha detto a metà giornata -. Non sappiamo come sia scomparso, è completamente svanito, non c'è stata alcuna conversazione radio».

 

 

L'allarme era stato lanciato ieri alle 19:20 (le 20:20 in Francia), quando la torre di controllo di Jersey ha segnalato
che il volo era scomparso dai radar, una ventina di chilometri a nord di Guernesey. Il ventottenne italo-argentino autore di 12 gol nel girone di andata di Ligue 1 ha cominciato la sua carriera in Europa, al Bordeaux, grazie al Proyecto Crecer,la scuola calcio creata dalla squadra francese in Argentina. Firmò a Nantes nel 2016 per un milione di euro e proprio in questi giorni si stava trasferendo al Cardiff per una somma stimata intorno ai 17 milioni, un record per la squadra gallese di Premier League. Sabato, aveva commentato così il suo nuovo ingaggio: «Sono molto contento di essere qui. Mi fa molto piacere e ho fretta di cominciare ad allenarmi, di incontrare i miei nuovi compagni di squadra e mettermi al lavoro». Ieri era tornato solo per qualche ora a La Jonelière, il campo di
allenamento del Nantes, per recuperare le ultime cose prima di cominciare la nuova vita Oltremanica, poi quell'aereo inghiottito nella notte.

«Sono disperato, non posso crederci», ha detto il padre, Horacio Sala, intervistato da radio Latina, aggiungendo che il figlio era carico di «speranza: immaginate cosa significa giocare in Premier League? Non avrebbe mai pensato di
raggiungere quel livello, era una cosa da pazzi». Ai microfoni di C5N, la madre ha riferito che il Piper su cui si trovava a bordo era di proprietà del presidente del Cardiff.

Intanto, mentre i tifosi si riuniscono in Place Royale a Nantes per depositare un tulipano giallo dinanzi alla fontana in sostegno al centravanti, la Federcalcio francese ha annunciato il rinvio a domenica del match fissato per domani tra l'Entente Sannois-Saint-Gratien (National) e Nantes. La squadra ha inoltre annullato gli allenamenti odierni a La Jonelière, dove gli ex compagni avevano salutato Sala il giorno prima. Su Twitter, lui stesso aveva pubblicato una foto accompagnata da cuori giallo-verdi, i colori della squadra, e la scritta «L'ultima, ciao Fc Nantes».

«Sei più di un giocatore», ha twittato il Nantes, aggiungendo un filmato dei tanti tifosi scesi in piazza ad
acclamarlo e l'hashtag #PrayForSala. 

Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 10:30


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Più pulito della barba umana», è la rivincita del manto canino

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma