Dybala, riserva con l'Argentina e leader con la Roma: Mourinho lo aspetta per rimetterlo al centro del progetto

Dybala, riserva con l'Argentina e leader con la Roma: Mourinho lo aspetta per rimetterlo al centro del progetto
di Gianluca Lengua
2 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Dicembre 2022, 12:55 - Ultimo aggiornamento: 15:52

Paulo Dybala c’è ma non si vede. Ed è forse questa la cosa che tranquillizza di più José Mourinho, spettatore del Mondiale dalla sua casa di Londra. Il ct Scaloni non lo ha utilizzato nemmeno un minuto in Qatar perché Messi è un insostituibile e Paulo è la sua naturale riserva. Il tecnico dell’Albiceleste ha rassicurato tutti che la scelta è puramente tecnica e non legata alle condizioni fisiche: «Non ha giocato perché non ho visto il momento giusto per metterlo in campo. Sta andando molto bene, siamo molto contenti».

Effettivamente il morale è alto e si riscontra dalle foto pubblicate dalla Federazione e diffuse sui canali social in cui Paulo è sorridente, scherza con i compagni e si allena serenamente in attesa che arrivi il suo momento. Se arriverà. Se così non sarà, José riaccoglierà un giocare certamente più riposato ma che dovrà ritrovare il ritmo partita. Non gioca 90 minuti dal 4 settembre (Udinese-Roma 4-0), mentre la sua ultima partita da titolare è stata quella contro il Lecce (9 ottobre). Gara in cui si è infortunato al retto femorale calciando il rigore decisivo. Quel giorno è ormai solo un lontano ricordo, ha fatto di tutto per recuperare nel giro di poco più di un mese per essere convocato per il Mondiale. Mourinho gli ha concesso 20 minuti nell’ultima partita del 2022 contro il Torino e Paulo ha fatto la differenza contribuendo attivamente al pareggio. Quella gara gli ha aperto alla convocazione in Qatar dove potrebbe restare fino al 18 dicembre giorno della finale. Al termine dell’avventura Mondiale, gli saranno concessi una decina di giorni di vacanza per poi tornare a Roma a ridosso dell’inizio del campionato (4 gennaio). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA