Inglese illude il Parma, la Spal vince in rimonta

Domenica 27 Gennaio 2019 di Vanni Zagnoli
E’ il pomeriggio delle grandi rimonte. A Parma la Spal passa da 2-0 a 2-3 in 18’, rivince 99 giorni dopo l’impresa dell’Olimpico con la Roma. Aveva ripreso l’altro derby emiliano (1-1 con il Bologna) e rivive le emozioni dell’andata, quando era prima, dopo due giornate. 

La doppietta di Roberto Inglese non porta punti, in casa il Parma non ne conquista tre da due mesi, da un altro derby, con il Sassuolo, per l’Europa non bastano i grandi risultati in trasferta.

Kucka debutta e si fa presto ammonire, tiene la posizione, in Turchia quest’anno ha giocato solo 8 gare, sarà presto fondamentale. All’11’ il più sembra fatto, per il Parma, contro una Spal altrettanto regina del gioco di attesa. Inglese riceve in area, Simic entra in scivolata e colpisce le gambe, è un’ingenuità, che Abisso punisce con il rigore, trasformato da Inglese. La reazione ferrarese è minima, Bastoni si oppone a Petagna e si fa male, resisterà in campo. Il 2-0 del 42’ è irregolare, perchè sulla traversa di Gervinho Inglese è in posizione di fuorigioco. Nella ripresa il match si chiude, in apparenza, con Biabiany a servire l’ivoriano, traversa, e Inglese stavolta è in posizione regolare, raddoppia. Gagliolo e Biabiany non concedono spazi a Lazzari, un passaggio di Bonifazi sbagliato dà l’idea del momento delicato per la Spal, mentre l’ex Paloschi calcia fuori. Finchè Scozzarella regge, in mezzo, il Parma è tranquillo e con Barillà avvicina il tris. La manovra spallina è scolastica, migliora con l’uscita di Valdifiori e Simic, per Antenucci e Valoti. Da destra giunge il 7° assist di Lazzari, Bastoni non arriva, proprio Mattia Valori gira in porta, restituendo speranze alla curva ovest, dove sono tutti in sciarpa biancazzurra: in serie A non segnava da due anni, è figlio di Aladino, doppio ex. A un quarto d’ora dalla fine pareggia Petagna, con quel suo fisico da culturista, di testa su corner da destra di Kurtic, nonostante la trattenuta di Bruno Alves. E’ al 7° gol, il suo record in A. Il Parma non reagisce, il 2-3 è con il sinistro angolatissimo di Fares, alla prima rete stagionale, dopo 27 tiri senza successo.

Inglese nel recupero sfiora il palo, il pari avrebbe fotografato meglio il match. Un’ora è stata dei crociati, il resto spallino. Semplici è quasi commosso, si porta a 7 punti sul Bologna, ipotecando la salvezza.












 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Chiamare il 112 svedese e scoprire che è peggio di quello di Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma