Derby Lazio-Roma, dalle curve ai social: via alla partita degli sfottò

Lunedì 16 Aprile 2018

Non c'è derby Lazio-Roma senza sfottò e l'ultimo non fa eccezione. Durante e all'indomani della stracittadina finita 0-0, sui social e in particolare su Instagram si srotola una galleria di immagini, meme e battute. «Vi ricorda qualcosa?», scrive qualcuno postando la foto di una silhouette di Colosseo e Cupolone all'interno di un supermercato. Il riferimento ironico è ovviamente alla somiglianza con il grande striscione comparso in curva Sud all'Olimpico con il profilo dei più importanti monumenti della Capitale. 

Qualcun altro ci ha rivisto l'installazione che accoglie gli automobilisti in ingresso a Roma all'inizio del tratto urbano dell'A24.

Quello che va in scena sui social network altro non è che il proseguimento della guerra a colpi di striscioni consumatasi tra curva nord e curva sud durante il match. «Kiev, più Fifa che Uefa», recitava uno di quelli indirizzati ai biancocelesti accusati di codardia per aver evitato la trasferta di Europa League dello scorso marzo contro la Dinamo Kiev per paura delle ritorsioni degli ucraini dopo che durante una partita di serie A all’Olimpico alcuni tifosi della Lazio avevano esposto una bandiera del Donbass filo-russo, proprio in vista dello sconto con la Dinamo Kiev. La curva della Dinamo è animata da decine di attivisti del Battaglione Azov, reparto militare formato perlopiù da volontari di estrema destra e neonazisti.


 

 

Immancabile il bestiario, con i giallorossi che danno del «topo di fogna» al laziale...


 ...e i laziali che danno del coniglio al romanista. 

 

Ultimo aggiornamento: 23 Giugno, 20:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA