La finale di Coppa Italia e il derby per la Champions: Lazio, tutto in cinque giorni

Giovedì 14 Maggio 2015 di Daniele Magliocchetti
Tutto in sette giorni. Tutto concentrato. Sogno Champions e finale di coppa Italia.
La Juventus va a Berlino e la Lazio ora sarà costretta a giocarsi tutta la stagione o quasi la prossima settimana, visto che l'ultimo atto della coppa Italia, previcinquesto inizialmente per il 7 giugno, adesso con i bianconeri in finale Champions, si giocherà mercoledì prossimo, il 20 maggio all'Olimpico alle 20,45. Una beffa a tinte biancocelesti: Sampdoria, Juventus e Roma in pochi giorni. Sale l'adrenalina, ma anche l'ansia perché ora il calendario si è ristretto all'improvviso e la condizione della squadra, soprattutto dei giocatori più importanti non è ottimale anzi, pessima. Ora a maggior ragione Pioli, staff tecnico e medico dovranno valutare attentamente la situazione di Biglia soprattutto che, al momento, a causa di un trauma distorsivo del ginocchio salterà la trasferta di Genova, ma rischia seriamente di non esserci nemmeno contro i bianconeri.

IL TENTATIVO
Situazione diversa per de Vrij. Con grossa sorpresa e per il secondo giorno consecutivo, ieri l'olandese si è presentato sul terreno di gioco per allenarsi insieme ai compagni. Un piccolo ma significativo passo in avanti. Il ginocchio non è al meglio e forse adesso con il cambio del calendario, l'allenatore dovrà capire se sarà il caso o meno di forzare il rientro del centrale difensivo contro la Sampdoria, visto che dopo quattro giorni ci sarà la finale di coppa e la domenica successiva il derby per la Champions. Oggi e domani saranno decisivi. Il centrale olandese vuole provare, scalpita per dare tutto in questo incredibile e inaspettato finale. C'è da ricordare, inoltre, che in vista del derby de Vrij è pure diffidato. Un ostacolo in più da non sottovalutare, soprattutto quando sei in emergenza. Nella giornata odierna si attendono segnali anche da Cataldi, pure lui non al meglio, e da Lulic, alle prese con una fastidio muscolare al polpaccio. L'inizio, insomma, è completamente in salita. Ultimo aggiornamento: 19:18

LE VOCI DEL MESSAGGERO

"La signora che non può mangiare la ricotta perché..."

di Pietro Piovani