De Rossi su Mourinho: «Spero che non si stufi, non vorrei essere nei suoi panni»

L'ex centrocampista parla del nuovo tecnico: "Prime sconfitte, lo stavano aspettando..."

De Rossi su Mourinho: «Spero che non si stufi, non vorrei essere nei suoi panni»
di Gianluca Lengua
3 Minuti di Lettura
Sabato 13 Novembre 2021, 13:25 - Ultimo aggiornamento: 13:34

Dopo aver affiancato Roberto Mancini durante l’Europeo, Daniele De Rossi si occuperà delle giovanili azzurre. Un ruolo che lo allontana dalla squadra che lo ha consacrato: «La Roma dovrà essere soddisfatta a fine stagione se non avrà fatto stufare anche questo allenatore, Mourinho è uno dei più forti che ci sono in circolazioni nella storia del calcio. Parliamo di uno dei 5-6 allenatori più forti di sempre, cerchiamo di non farlo stufare. Poi è normale che ci sono i risultati da ottenere, ma questa piazza, che ho dentro il cuore, a volte è meglio vederla da fuori perché non vorrei mettermi nei suoi panni. Lo stavano aspettando, è arrivata qualche sconfitta e ora stanno uscendo fuori in tanti…», ha detto l’ex centrocampista di Roma e Boca a Sky Sport.

Roma, Mourinho fa rifiatare la squadra: 3 giorni di stop, gli infortunati restano a Trigoria

Roma, Pellegrini leader in infermeria: terapie e riposo per recuperare con il Genoa

Ieri la Nazionale ha perso l’opportunità contro la Svizzera di ipotecare la qualificazione ai Mondiali in Qatar del 2022: «L’Italia è andata sotto a Wembley con 60.000 inglesi indemoniati ma ha fatto la sua partita. Parlando di rigori, non è un momento semplice ma lunedì si andrà in campo per vincere la partita, ho grandissima fiducia perché ho avuto il privilegio di viverla da dentro. Jorginho? È un giocatore imprescindibile, poi gli ultimi 3 non sono andati bene, ma poi sono cose che si vedono nello spogliatoio. Abbiamo visto anche quello che è successo con Totti che in un anno ne sbagliò 3-4, i rigoristi vanno oltre queste cose».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA