De Rossi: «Perche il Boca? E perchè no? Mi hanno fatto sentire apprezzato»

Mercoledì 7 Agosto 2019
«Perché ho scelto il Boca? E perché no? Ô un grande club, che vuole vincere e fare le cose bene. Mi hanno fatto sentire apprezzato nel mio lavoro, attraverso l'accoglienza di Nicolas Burdisso, che conosco da molti anni». Comincia così l'intervista che Daniele De Rossi ha concesso per il sito ufficiale del nuovo club. L'ex romanista, che da qualche settimana è approdato al Boca Juniors, ha sottolineato come sia stato «bello bello ricevere questa offerta a 36 anni. Era una decisione che dovevo prendere con sicurezza, ma ero sicuro che avrei scelto il Boca. Chi mi conosceva sapeva già che questa sarebbe stata la mia scelta».

De Rossi giocherà nella Bombonera, uno degli stadi più caldi del mondo, dove il tifo e la passione per i colori di una squadra raggiungono livelli inimitabili. «Ô l'unico stadio che mi ha emozionato, anche se non l'avevo mai visto e non c'ero mai entrato - le parole di De Rossi -. È uno stadio molto bello, ma la differenza la fa la gente che lo riempie. Non vedo l'ora di vederlo pieno e rumoroso». Diversi anni prima di De Rossi, nella Bombonera si è esibito Diego Maradona. «Ha giocato in Italia, è la storia del calcio - osserva de Rossi -. Ho da sempre guardato i suoi video e l'ho sempre ammirato. Conosco Carlitos Tevez, per averci giocato, so cosa rappresenta per il Boca e il Boca per lui. Sento di aver realizzato uno dei miei sogni, trasferendomi qui, mi sento felice. Il prossimo sogno è di vincere un grande torneo, sarebbe il coronamento della mia carriera».
Ultimo aggiornamento: 14 Agosto, 10:26


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Eeeee Macarena!»: la foto che mostra quanto è complicato vivere a Roma

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma