Crotone-Roma, le pagelle: Gonalons non convince, Kolarov anima e cuore

Lunedì 19 Marzo 2018 di Alessandro Angeloni
dal nostro inviato
CROTONE Fazio rischia il patatrac, El Shaarawy risvegliato dal mare e dal vento, Nainggolan prestazione piccante, con gol. Alisson è una star. 
ALISSON 7
Salva su Trotta in uscita e sventa con la manona qualche altro pericolo volante. Evita, rischiando di brutto, in palleggio il pressing di un avversario. Ormai è una star. 
PERES 6
Prima Nalini, poi Stoian lo prendono alle spalle e si trova a rincorrere. La fase offensiva gli regala maggiori soddisfazioni (al netto di qualche passaggio sbagliato). Prestazione dignitosa, non eccellente. Mai affidabile fino in fondo.
FAZIO 6
Si perde in un’ingenuità a metà campo, che lascia il vuoto tra lui e Alisson. Un errore, solo quello, che poteva costare caro. Si rifà nel finale, salvando un doppio pericolo davanti alla porta. 
JESUS 6
Roccioso nei recuperi, sicuro nei disimpegni. Prestazione muscolosa, con qualche errore in stile Fazio. 
KOLAROV 7,5 
Rischia l’autogol dell’anno pochi minuti dopo la limpida pennellata per il gol di El Shaarawy. Ci mette un po’ a dominare il territorio, poi quando decide di farlo, tutto va che è una meraviglia. Anche se Ricci qualche insidia gliela crea. Potente.
PELLEGRINI 6,5
Prestazione di sacrificio e qualità, specie nel primo tempo. A Firenze la peggior gara dopo una mancata convocazione in Nazionale, qui forse una delle migliori dopo la chiamata di Di Biagio. Ma poi cala nella ripresa e, come abitudine, Di Francesco lo sostituisce.
GONALONS 5,5
Frenetico, a volte troppo falloso. La regia è più rude che non cristallina. Più agonismo che classe. Sbaglia molti appoggi e a volte i tempi del pressing.
NAINGGOLAN 7
Prima si dedica all’assist (Gerson-Dzeko), poi prova due tiracci verso la porta e infine, al terzo tentativo, riesce a bucare Cordaz (come l’anno scorso). Terzo gol in campionato. Ma non solo quello: tanto temperamento. È lui che dà ritmo al gioco, si se sta basso sia se sta alto. Radja va un po’ dove lo porta il cuore. 
GERSON 5,5
Difende il pallone, entra spesso dentro al campo, prova l’invenzione, che però non arriva. Sbuca all’appuntamento col gol ma è in leggero ritardo. Non brillante nel complesso.
DZEKO 6,5
Fa una prestazione da playmaker offensivo, ha solo una vera occasione per segnare ma spara su Cordaz. Nel finale, a risultato acquisito, si gestisce. 
EL SHAARAWY 7
Torna al gol dopo due mesi, dal “cucchiaio” di San Siro. La rete indirizza la partita, ma la sua prestazione è fatta anche di qualche scelta sbagliata. Quel gol pesa sul suo morale, oltre che sulla classifica della Roma. Ben tornato.
STROOTMAN 6
Porta un po’ di sostanza nel momento cruciale della partita, quando la Roma deve tenere il risultato e il Crotone spinge di brutto.
FLORENZI 6,5
Si prende l’ovazione del pubblico di Crotone. Torna a fare l’esterno alto: ha il compito di tappare qualche falla, poi rischia di segnare due gol e serve a Under l’assist per il possibile zero a tre. Indispensabile.
UNDER NG
Faraoni gli nega il gol con un salvataggio dalla linea di porta. Dici, poteva fare meglio. Insomma...
DI FRANCESCO 7
Non brillante ma concreta, la sua Roma. Tre punti vitali però.
BANTI 6
Partita che non richiede grossi interventi.
  Ultimo aggiornamento: 09:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA