CORONAVIRUS

Coronavirus: Roma, salta la trasferta di Europa League a Siviglia. Il comunicato dell'Uefa

Mercoledì 11 Marzo 2020 di Gianluca Lengua
Coronavirus: Roma, salta la trasferta di Europa League a Siviglia

La Roma non potrà partire per la Spagna dove domani alle 18.55 era prevista la partita di Europa League contro il Siviglia. A comunicarlo è il club giallorosso con un tweet pubblicato sul suo profilo inglese: «L’AS Roma non andrà in Spagna per il match di Europa League contro il Siviglia a causa della mancata autorizzazione da parte delle autorità locali. Maggiori dettagli saranno resi noti dalla Uefa». Nella giornata di ieri il governo iberico tramite un provvedimento ha bloccato tutti i voli diretti provenienti dall’Italia a partire dalla mezzanotte di oggi con decorrenza fino alla mezzanotte del 25 marzo. A quel punto sono cominciate una serie di trattative tra la Uefa e la Spagna per permettere ai giallorossi di raggiungere ugualmente Siviglia con un charter precedentemente prenotato e una delegazione ridotta di componenti formata da squadra, allenatore e staff. Niente di fatto, il via libera non è arrivato e, dunque, la Roma ha scelto di non raggiungere Siviglia nemmeno per vie traverse. Si stava valutando a Trigoria, infatti, la possibilità di un percorso alternativo: tappa intermedia a Faro nel sud del Portogallo e con due ore di pullman per raggiungere la città andalusa (201 chilometri). 

LA DECISIONE DELLA UEFA
«A causa delle restrizioni di viaggio tra Spagna e Italia imposte ieri dalle autorità spagnole, le successive partite valide per i sedicesimi di finale di Uefa Europa League non si svolgeranno come previsto domani 12 marzo 2020.
 Sevilla FC (Spagna) - AS Roma (Italia)
FC Internazionale (Italia) - Getafe CF (Spagna)
Ulteriori decisioni sulle due partite saranno comunicate a tempo debito». È questa la nota diramata dalla Uefa nel pomeriggio. 
 

LEGGI ANCHE --> Coronavirus, in Germania positivo Timo Hubers dell'Hannover
 

LEGGI ANCHE --> Coronavirus, salta la prima gara in Premier League: rinviata Arsenal-City

Una decisione, quella della Roma, che l’allenatore Paulo Fonseca ha caldeggiato in un’intervista di ieri rilasciata alla agenzia Efe: «C'è qualcosa che è più importante del calcio ed è la salute delle persone. Penso che in questi giorni verranno prese decisioni molto importanti e non dovrebbero essere prese solo dai rispettivi campionati, ma dovrebbero essere prese in collaborazione con la Uefa. Non possiamo fermare la Serie A e poi giocare Valencia-Atalanta. Il coinvolgimento della Uefa sarà molto importante per tutti i campionati». 
 

Ultimo aggiornamento: 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani