CORONAVIRUS

Coronavirus, il sindaco di Liverpool: «I tifosi dell'Atletico andavano fermati»

Giovedì 23 Aprile 2020
Steve Rotheram, sindaco laburista di Liverpool, ha chiesto l'apertura di un'indagine per stabilire se l'incontro di Champions League con l'Atletico Madrid, giocato l'11 marzo, avrebbe dovuto essere cancellato o almeno giocato a porte chiuse. Il sospetto - riferisce la Bbc - è che quel match, che portò nella città inglese oltre 3.000 tifosi da Madrid, sia stata la causa scatenante dell'epidemia di coronavirus locale. Quella sera ad Anfield si radunarono 52.000 tifosi, migliaia dalla capitale spagnola, una delle città più colpite d'Europa e dove infatti era già in vigore un blocco parziale. Sarebbero passati altri 10 giorni prima che il governo del Regno Unito decidesse a sua volta di applicare restrizioni alle riunioni di massa. A Liverpool 1.200 persone hanno contratto il Covid-19 e 246 sono decedute. «È scandaloso se le persone hanno contratto il coronavirus come risultato diretto di un evento sportivo che crediamo non avrebbe dovuto aver luogo - ha detto Rotheram - Ciò ha messo in pericolo non solo quelle persone, ma anche il personale in prima linea del SSN e altri nelle loro stesse famiglie che potrebbero averlo contratto. Abbiamo osservato un aumento della curva di infezione. Dobbiamo capire se alcune di queste infezioni sono dovute direttamente ai sostenitori dell'Atletico. Non è stato permesso loro di radunarsi nel proprio paese, ma 3.000 sono arrivati ;;nel nostro e potrebbero aver diffuso il coronavirus. Il Governo si deve assumersi la responsabilità di non averli bloccati prima».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani