CORONAVIRUS

Torino, Cairo: «Giocatori fermi da due mesi, ci sono tante complicazioni»

Lunedì 4 Maggio 2020
«I calciatori sono fermi da due mesi: abbiamo dato a tutti tapis roulant e cyclette, ma un conto è farlo a casa e un conto è farlo sul campo. È una situazione che non ha precedenti, va affrontata con attenzione». Così il presidente granata Urbano Cairo, a margine della commemorazione del Grande Torino, a Superga. «Se pensiamo a quanto i giocatori ci impiegano a tornare in forma dopo un mese di stop, figuriamoci oggi dopo due mesi. E non possono nemmeno allenarsi in gruppo, devono farlo in modo individuale. Ci sono tante complicazioni». Il Torino - ha spiegato Cairo - «ha approvato un programma accelerato per fare tamponi e visite di idoneità in questa settimana, nei prossimi 3-4 giorni saremo pronti per gli allenamenti individuali. I nostri giocatori lavoreranno al Filadelfia, ma con un numero molto limitato e senza palestre e spogliatoi. È tutto fatto in modo prudente».
© RIPRODUZIONE RISERVATA