Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fiorentina, Castrovilli: «Non vedo l'ora di ricominciare»

Fiorentina, Castrovilli: «Non vedo l'ora di ricominciare»
2 Minuti di Lettura
Domenica 19 Aprile 2020, 20:34

«Sto bene e non vedo l'ora di ricominciare, il calcio mi manca tantissimo come pure i miei compagni di squadra, lo staff, i tifosi della Fiorentina». Così Gaetano Castrovilli intervenendo sui canali ufficiali del club viola. Il centrocampista pugliese classe '97, una delle rivelazioni del campionato, sta trascorrendo come tutti a casa queste giornate scandite dall'emergenza del coronavirus insieme alla fidanzata, l'ex Miss Italia Rachele Risaliti. «La mia giornata tipo? Sveglia tra le 7,30 e le 8 per portare fuori il cane, rientro a casa, dormo ancora un pò poi aiuto la mia ragazza a preparare il pranzo e quindi ci alleniamo insieme». L'attesa comunque è per la ripresa vera e propria dell'attività: «La mia vita è ruotata fin da subito attorno al pallone, anche quando praticavo danza classica appena finivo correvo subito per strada a giocare con i miei amici. Ce l'ho insomma nel sangue e sono contento di aver scelto questa strada». Nessun dubbio sul difensore che finora lo ha messo di più in difficoltà: «È Bonucci, spero di affrontarlo presto di nuovo. Un centrocampista del passato con cui mi sarebbe piaciuto giocare? Ronaldinho, è uno dei miei idoli. I ricordi più belli fin qui legati al calcio? L'esordio in A con la Fiorentina e quello con la Nazionale maggiore, momenti che porterò sempre con me. La top 11 per me della storia del calcio italiano? Buffon, Cannavaro, Maldini, Nesta, Pirlo, De Rossi, Totti, Del Piero, Baggio, Riva e Cassano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA