L'unico errore del portiere Kastrati condanna il Cittadella: 1-0 Venezia in finale, con Di Mariano

L'unico errore del portiere Kastrati condanna il Cittadella: 1-0 Venezia in finale, con Di Mariano
di Vanni Zagnoli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Maggio 2021, 12:02 - Ultimo aggiornamento: 12:04

Il Venezia si accinge a ritornare in serie A, dopo 19 anni. Vince al Tombolato, il Cittadella per entrare nell’Italia che conta dovrà aggiudicarsi il ritorno con due gol di scarto, diversamente sarà festa arancioneroverde e il pronostico è ormai scontato.


E’ il trionfo di Paolo Zanetti, 39 anni, fra i tecnici più giovani del calcio italiano, ex centrocampista del Torino, chiuse la carriera nella Reggiana e lì iniziò ad allenare. Fece bene al Sud Tirol, meritando la serie B, ad Ascoli, meritava maggiore pazienza, la scorsa stagione, diversamente avrebbe portato i marchigiani magari ai playoff. Quest’anno il Venezia è stato a lungo secondo solo all’Empoli, per la classe espressa sul campo, a due terzi di stagione era secondo, ha buttato le chance di promozione diretta al Penzo e anche facendosi ribaltare dalla Salernitana, da 0-1 a 2-1, in extremis.

Serie B, finale Venezia-Cittadella. Lecce eliminato per il rigore fallito da Mancosu e Monza fuori nonostante il successo

Roberto Venturato resta un mito, non solo per Cittadella, un tecnico da un decennio da serie A, da quando portò il Pizzighettone non lontano dalla cadetteria, gli manca giusto quel quid, per trasformare ottime stagioni in imprese memorabili, con i salti di categoria più complicati.

L’andata di ieri sera, dunque, è decida da Di Mariano, l’azione è bella, decide però l’unico errore nei playoff di Kastrati, il portiere albanese migliore in campo, per il resto. Qualità ed esperienza per la società di proprietà americana, un’ora di buon ritmo, con parecchie occasioni e rischi minimi, di fronte agli attacchi granata. Squalificato Maleh, acciaccato Aramu, dopo Lecce, entra negli ultimi 20’, a tenere palla. 

Il costosissimo Monza è a un passo dall'uscita dai playoff. Tripletta di Enrico Baldini per il Cittadella

La sarabanda di occasione parte con la torre di Svoboda per Ceccaroni, tuffo e Kastrati vola. Come sulla conclusione di Di Mariano dai 25 metri. Il Cittadella replica con Baldini, da fuori, Maenpaa devia in angolo. Di Mariano serve Forte, alto di poco. Al 5’ st la rete, lo sloveno Crnigoj in profondità per Johnsen, il norvegese elude Donnarumma, centra per Di Mariano, tiro centrale, Kastrati buca l’intervento e fa passare la palla alle spalle.

Mancano 10’ alla fine, Baldini scappa a sinistra, ne salta due, crossa, il camerunese Tsadjout spara, il finlandese Maenpaa si oppone.
È festa americana, dunque, con una serie A che sarà sempre più a stelle e strisce, con Roma e Fiorentina, Parma e Spezia, e giovedì notte anche, probabilmente, il Venezia. Tanta roba, in laguna. Dove sperano di confermarsi campioni d’Italia di basket, dopo il titolo femminile, atteso da 75 anni. Nordest ricco e vincente, insomma. Il ritorno è dalle 21,30, su radioRai1 e su Dazn.

© RIPRODUZIONE RISERVATA