I dilettanti e l'emergenza
Scacchetti: «Giochiamo senza sosta da maggio a giugno»

Domenica 15 Marzo 2020 di Tiziano Pompili
E’ stato tra i protagonisti (annunciati) della stagione della Pro Cisterna. Gianmarco Scacchetti, attaccante classe 1988, ha realizzato 12 reti con la maglia della società pontina fino al momento dell’interruzione, risultando il miglior marcatore della sua squadra.
 
«La stagione a livello personale stava andando sicuramente bene e anche con la squadra stavamo facendo un buon campionato – dice Scacchetti – L’ingresso in società di un imprenditore importante come Vincenzo Tuccillo e l’approdo della neo presidentessa Serena Pichi avevano portato tanto entusiasmo in una piazza che ci ha sempre sostenuto in maniera incredibile. Ora il nostro “prof” Lorenzo Di Fabio ci aggiorna quotidianamente sul gruppo whatsapp interno sugli allenamenti personalizzati da portare avanti a casa in questo periodo: io sono fortunato perché ho anche uno spazio antistante alla mia abitazione dove poter fare queste esercitazioni all’aperto, per il resto mi attengo responsabilmente ai consigli governativi di rimanere a casa».
 
Scacchetti dice la sua su una ipotetica ripresa del campionato: «Credo che prima di maggio non se ne parli, ma a quel punto si potrebbe anche provare a finire il campionato entro la fine di giugno come è stato ipotizzato per la serie A. Senza calcio non so stare, ma è chiaro che la salute pubblica è un bene primario e quindi ci atterremo alle disposizioni delle autorità e degli esperti». Cosa che Scacchetti sta facendo anche in ambito lavorativo: «Io lavoro allo sportello di un ufficio postale a Lariano. Chiaramente siamo stati dotati di mascherine e ci atteniamo ai consigli sulla distanza con i nostri clienti, ma inevitabilmente qualche preoccupazione c’è».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Zero pubblico, il Bioparco pensa ai fondi

di Marco Pasqua